Papa Francesco: a Santa Marta, sotto la croce “Maria ci partorì tutti, partorì la Chiesa”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

È un invito a “contemplare la Madre di Gesù, contemplare questo segno di contraddizione, perché Gesù è il vincitore ma sulla Croce, sulla Croce” quello rivolto questa mattina da Papa Francesco nella messa a Casa Santa Marta. Nel giorno in cui la Chiesa fa memoria della Beata Vergine Maria Addolorata, il Papa – riferisce Radio Vaticana – ha affermato che “ci vuole fede per capire, almeno per avvicinarsi a questo mistero”. Maria sapeva e “tutta la vita ha vissuto con l’anima trafitta”. Seguiva Gesù, sentiva i commenti della gente, stava sempre dietro a suo Figlio. E “per questo diciamo che è la prima discepola”, ha sottolineato Francesco. Maria aveva l’inquietudine che faceva nascere nel suo cuore questo “segno di contraddizione”. Nel momento finale, era lì, in silenzio, sotto la croce guardando il Figlio. Forse – ha osservato Francesco – ha sentito commenti del tipo: “Guarda, quella è la Madre di uno dei tre delinquenti”. Ma Lei “mostrò la faccia per il Figlio”. “Questo che io dico adesso – ha proseguito – sono piccole parole per aiutare a contemplare, in silenzio, questo mistero. In quel momento, Lei ci partorì tutti: partorì la Chiesa. ‘Donna’ – Le dice il Figlio – ‘ecco i tuoi figli’. Non dice ‘madre’: dice ‘donna’. Donna forte, coraggiosa; donna che era lì per dire: ‘Questo è mio Figlio: non Lo rinnego’”. Il passo del Vangelo odierno è, quindi, più che per riflettere, da contemplare. “Che sia lo Spirito Santo – ha concluso Francesco – a dire a ognuno di noi quello che di cui abbiamo bisogno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *