Cambio di passo per la comunicazione del Vaticano

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Cambio di passo per la comunicazione del Vaticano.
Lunedì 4 settembre 2017, alle ore 10, presso la Luiss “Guido Carli” di Roma (Sala delle Colonne, viale Pola 12), verrà presentato dal Centro di ricerca X.Ite dell’ateneo uno studio elaborato per la Segreteria della comunicazione della Santa Sede, dicastero creato da papa Francesco nel 2015 – guidato da mons. Dario Edoardo Viganò – per ripensare e rilanciare i media vaticani verso un nuovo orizzonte comunicativo.
Il centro X.Ite Luiss, in partnership con la Segreteria per la comunicazione, ha sviluppato un progetto di ricerca “trasformativa”, volto a sostenere la trasformazione e l’adozione dei nuovi modelli di comunicazione integrata verso cui la Santa Sede è protesa. Tra le particolarità dello studio – “Comunicazione e tecnologia: modelli e casi di intermedialità dinamica” – c’è anche un’analisi comparativa con istituzioni/organizzazioni come Disney, Eni, New York Times, The White House (Amministrazione Obama), Save the Children e Fondazione Veronesi.
A illustrare i risultati della ricerca saranno Simona Romani e Paolo Peverini, docenti Luiss e coordinatori del progetto, con l’aiuto di voci autorevoli quali Filippo Ungaro (direttore comunicazione Save the Children Italia), Marco Bardazzi (direttore comunicazione esterna Eni), Giuditta Gandus (responsabile comunicazione Fondazione Umberto Veronesi) e Kevin Lane Keller (Tuck School of Business at Dartmouth, USA). Interventi inoltre di Paolo Legrenzi e Michele Costabile, rispettivamente presidente e direttore del Centro di ricerca X.Ite Luiss.
A concludere l’incontro sarà il prefetto della Segreteria per la comunicazione, mons. Viganò. Info: clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *