Rubrica dal carcere: “Chi sono io?”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

La ricerca di se stessi, delle proprie origini, delle radici incerte tra i ricordi confusi di una madre perduta. Ma la consapevolezza che salva è il sapere di essere in questo mondo.

Chi sono io?

Chi sono io, da dove sono nato?
Non so se ho attraversato
le Ande, i mari, i ruscelli
se ho penetrato la terra,
le stelle, le galassie…
no, sono assolutamente reale
partorito da una giovane donna
forse una regina
o una dea…
no, sono il frutto del cemento
dei palazzi, dei grattacieli
della confusione, o forse
da chi non mi voleva, o
dall’amore vero…
non trovo le mie radici
ma sono vivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *