Venezuela: Moked, famiglie ebraiche in fuga

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Sono diverse le famiglie ebraiche che nelle ultime ore hanno lasciato il Venezuela per emigrare in Israele. A darne notizia è il portale dell’ebraismo in Italia, Moked, che parla di “un dato significativo, che desta preoccupazione” e “dà il polso di quanto sia grave il livello di precarietà democratica che investe il Paese sudamericano e quanto destabilizzante sia nel complesso la sua situazione politica, sociale ed economica”. Già in calo demografico da tempo, la comunità ebraica venezuelana è tra le più indigenti al mondo. “Aiutiamo gli ebrei venezuelani ad emigrare in Israele per iniziare una nuova vita. In Venezuela oggi la situazione è catasfrofica: violenza in crescita nelle strade e carenza di cibo, medicine, materie prime”, ha sottolineato tra gli altri il rabbino Yechiel Eckstein, uno dei protagonisti della rete di assistenza a chi compie questa scelta. Tra i principali motivi di preoccupazione – scrive ancora Moked -, anche un antisemitismo difficile da scalfire. Già riconosciuto come il Paese più pregiudizialmente antiebraico del continente durante il lungo mandato di Chavez, il Venezuela sembra aver fatto pochi passi in direzione opposta durante la presidenza Maduro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *