Liu Xiaobo: Comitato Nobel accusa Cina come corresponsabile morte

Condividi questo articolo sui social o stampalo

La Cina ha “una grave responsabilità” per la “morte prematura” di Liu Xiaobo, il dissidente premio Nobel la pace deceduto in ospedale mentre era in stato di detenzione: lo ha sostenuto Berit Reiss-Andersen, presidente del comitato che nel 2010 aveva attribuito il riconoscimento. “Riteniamo davvero grave – ha fatto sapere Reiss-Andersen – che prima di diventare malato terminale Liu Xiaobo non sia stato trasferito in una struttura dove avrebbe potuto ricevere cure mediche adeguate”.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *