A Centobuchi torna Cose Pop

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Di Paola Travaglini

MONTEPRANDONE – Presentata ieri mattina (giovedì) presso il Caffè Centrale di Centobuchi, l’edizione 2017 di Cose Pop.
Presenti il Consigliere delegato Federico Aragrande ,l’amministratore delegato Alessandro Cameli ,l’organizzatore e direttore di produzione Paolo Miti, l’assessore al bilancio e al commercio Emerenziana Cappella e il sindaco Stefano Stracci.
Per la rassegna ,ormai giunta alla sua VIII edizione e dedicata alla musica pop di ieri e di oggi,  organizzata dalla Omega Live, sono stati stanziati 25.000 euro di cui 15.000 con il contributo comunale e 10.000 del Bim .
Tre gli appuntamenti: il primo giovedì 13 Luglio che vedrà salire sul palco di Piazza dell’Unità, “Lo Stato Sociale”, gruppo bolognese, con una musica rivolta  ad un pubblico giovane che sta portando in giro il tour di presentazione del terzo album uscito a marzo. “Amore,lavoro e altri miti da sfatare“.
Il 14 invece, sarà la volta dello storico gruppo dei  Camaleonti ,l’unica tappa ad ingresso gratuito ,che festeggeranno i 50 anni di attività.
In chiusura il 15 i Baustelle con il tour “L’estate, l’amore e la violenza”.
“Quest’anno ,ci siamo indirizzati verso un genere indialternativo ,inserendo anche una data vintage gratuita ,quella del 14 dei Camaleonti ,per andare incontro a chi non ha possibilità economica , e per tutti quei nostalgici che vogliono rivivere gli anni passati.-”ha detto Alessandro Cameli .
“Ci sono relazioni pluridecennali che ci legano al gruppo in quanto tutti i componenti sono originari di Castiglione delle Stiviere che è gemellata con Monteprandone e per rinsaldare i rapporti di amicizia abbiamo deciso di invitarli “-ha aggiunto il sindaco Stefano Stracci.
Le prevendite per i concerti del 13 e 15 Luglio sono disponibili on-line e nei punti vendita dei circuiti Ciaotickets e Ticketone.
L’apertura è prevista per le 19.00 e saranno disponibili street food per mangiare e bere. (Paola Travaglini)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *