Grottammare, grande festa in onore del Beato Pier Giorgio Frassati

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

GROTTAMMARE – Prosegue con vivacità e una buona affluenza di pubblico la festa in onore del nostro Patrono, il beato Pier Giorgio Frassati, dove si sono susseguite serate interessanti che hanno stimolato la nostra riflessione personale per vivere meglio la nostra quotidianità da uomini veri alla luce della fede cristiana.
In occasione del XII Gagliarda’s Day il giornalista sportivo Nando Sanvito ci ha presentato delle videostorie sportive dal titolo “ In Alto i cuori”. Ci ha illustrato la figura di Eric Lidel velocista inglese vincitore di tante medaglie alle olimpiadi del 1924 che poi si ritiro’ in Cina come missionario evangelico, educò molti giovani cinesi ai valori dello sport, poi internato nei campi di lavoro, pur avendo la possibilità di salvarsi, diede la sua vita in cambio della liberazione di una donna incinta. Sanvito ci ha fatto riflettere sulla negatività del doping che negli anni sessanta portò alla morte del ciclista inglese Simpson. Lo sport come la vita per avere risultati non deve ricorrere ad imbrogli, ma al lavoro e al sacrificio che si fanno durante gli allenamenti.
Rodolfo Casadei, inviato del settimanale Tempi ci ha raccontato la storia un uomo africano che a seguito della sua conversione al Cattolicesimo ha dedicato la sua vita a recuperare e a curare i malati mentali che in Africa sono emarginati e nei villaggi sono incatenati agli alberi perché considerati posseduti. Quest’ uomo ha donato loro una dignità e un lavoro.
Padre Andres Bonello sacerdote argentino dell’Istituto del Verbo Incarnato, ci ha spiegato la frase di Gilbert Keith Chesterton “ C’è un vantaggio nelle radici, si chiama frutto”.
Ha illustrato la figura di Cristo da cui parte la linfa vitale della nostra salvezza. Cristo è la vite e noi siamo i tralci che possiamo dare frutto come i Santi che nella storia hanno portato frutti di Vita Eterna.
Cristo è il Re dell’universo e a Lui, quando ritornerà, renderemo conto delle nostre azioni e di quanto abbiamo amato.
Nei fatti quotidiani sembra che il male prevalga, ma Padre Andres ci ha esortato a perseverare nel bene, perché Cristo nel giudizio finale dividerà i giusti dai malvagi.
Ci ha incoraggiato a seguire Cristo sempre anche andando contro corrente nei confronti della mentalità mondana.
Ricordiamo che a casa San Francesco di Paola il vescovo mons. Carlo Bresciani celebrerà la messa nella memoria del Beato Pier Giorgio Frassati alle ore 19.00 martedì 4 luglio.
Dopo cena ci sarà l’estrazione dell’11 lotteria di beneficienza e alle ore 21.30 si terrà l’incontro con Padre Cassian Folson, fondatore del monastero benedettino di Norcia, dal tema “ Tradizione e tradizione”

Mario Vagnoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *