Lavori messa in sicurezza S.P. 67 Polverina Propezzano e Circonvallazione Offida

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Si sono svolte ieri mattina , a palazzo San Filippo, due nuove Conferenze dei Servizi decisorie per acquisire i pareri necessari al via libera di opere di ripristino, per oltre 1 milione e 197 mila euro, su arterie stradali gravemente danneggiate dal sisma e dal maltempo. Erano presenti il Consigliere Provinciale Daniele Tonelli, funzionari dell’Anas, ente individuato come soggetto attuatore degli interventi dal Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, i funzionari del Genio Civile e della Difesa del Suolo della Regione Marche, del Servizio Viabilità della Provincia, dell’Ufficio Tecnico del Comuni interessati e di vari servizi tecnici.

Al centro della prima riunione è stata la S.P. n. 67 Polverina Propezzano in territorio dei Comuni di Comunanza e Montegallo, strada che, pur aperta al transito, presenta una circolazione in vari punti con sensi unici alternati e la necessità di attivare la sistemazione di pareti rocciose per prevenire il pericolo di smottamenti. L’intervento in progetto, dell’importo di circa 445 mila euro, si è reso necessario per gli eventi franosi determinati dalle scosse sismiche e aggravati dall’emergenza neve, che hanno destabilizzato i versanti. In particolare, al Km. 3+790, era avvenuto uno smottamento di valle con perdita di parte della carreggiata. Pertanto, le opere in progetto prevedono l’esecuzione di un contenimento e consolidamento della scarpata franata, previa regolarizzazione e rimozione del materiale roccioso. In programma anche interventi di sistemazione idraulica e il risanamento della pavimentazione stradale ammalorata.

La seconda Conferenza ha riguardato il viadotto della S.P. 173 “Circonvallazione di Offida”: in questo caso è stato dato “l’ok” ai lavori di ripristino del corpo stradale e della spalla lato sud, nel tratto dal Km. 1+500 al Km. 1+700, per un importo di 751 mila euro. In particolare, verrà posta in essere una paratia di pali a protezione della spalla del viadotto, la rimozione del materiale dal corpo stradale e la creazione di trincee drenanti di monte.

Prosegue dunque con celerità l’iter per l’attuazione della prima fase dei Piano stralcio degli interventi Provincia – Anas – ha evidenziato il Consigliere Tonellic’è l’impegno da parte di tutte le istituzioni e gli enti preposti per la riattivazione del sistema viario che presenta forti criticità a causa del sisma e degli eventi meteorologici dello scorso gennaio“.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *