“2 Giugno”, ai maggiorenni le “chiavette” della Città

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

GROTTAMMARE – Memoria storica e memoria digitale si incontrano nella Festa della Repubblica.

Venerdì 2 giugno, nel corso della cerimonia organizzata per il 71° anniversario della ricorrenza i ragazzi e le ragazze che hanno compiuto o compiranno 18 anni nel corso del 2017 riceveranno la “chiavetta della Città”, ovvero una memoria usb contenente i documenti elettronici della Costituzione italiana e dello Statuto comunale.

Ai 188 giovani attesi nel Giardino di Palazzo Ravenna, si uniranno le donne grottammaresi (88) che vissero un importante appuntamento della storia nazionale votando per la prima volta in occasione del referendum “Monarchia/Repubblica”, il 2 giugno 1946, e  oggi ancora residenti a Grottammare.

“Coglieremo in questa giornata l’occasione per ricordare anche un altro aspetto della festa – fanno notare il sindaco Enrico Piergallini e la presidente del Consiglio comunale Alessandra Biocca nella lettera di invito – Il 2 Giugno 1946, infatti, le donne esercitarono il diritto di voto, partecipando in massa alle consultazioni. Ventuno di esse furono elette all’Assemblea Costituente”.

L’amministrazione comunale continua dunque nell’intento di unire nel nome della Festa della Repubblica italiana le passate generazioni alle generazioni future “per ricostruire un rapporto di fiducia con le istituzioni e favorire il progresso civile della nazione in questi anni di disaffezione e disimpegno”. Il programma di venerdì 2 giugno è il seguente:

ore 10.45 – Scuola Speranza, viale Garibaldi: ritrovo e deposizione di una corona di alloro al monumento ai caduti;

ore 11.00 – Giardino comunale: concerto della Corale Sisto V

ore 11.30 – Saluto delle Istituzioni

ore 11.45 – Cerimonia di consegna delle “Chiavette della Città”.

“Con questo piccolo dono che contiene la Costituzione e lo Statuto Comunale – aggiunge la presidente del Consiglio comunale Biocca – , intendiamo dare il ben venuto all’ ingresso da maggiorenni ai ragazzi nella nostra comunità e, nel contempo, esprimere loro l’invito ad essere partecipi della vita sociale, culturale e politica di Grottammare divenendone protagonisti attivi. La Costituzione contiene valori che vanno riscoperti e coltivati ogni giorno, conoscerla, rispettarla, amarla costituisce il dovere di ogni cittadino. Conoscere la Costituzione, le leggi, i diritti e i doveri dei cittadini, perché al centro di questo sistema ci sono le persone, è come leggere un racconto in cui le strade di ciascuno viaggiano a fianco di quelle degli altri, e puntano tutte alla stessa meta, il bene comune”.

Con l’occasione, va ricordato che dal 2 giugno 2016 all’ingresso della Sala consiliare del palazzo municipale è presente la stele “Ricordi e documenti della memoria”, dove sono riprodotti documenti fotografici ed epistolari,  cartoline d’epoca e medaglie raccolti dagli archivi privati delle famiglie grottammaresi che diedero il loro contribuito alla costruzione della Repubblica Italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *