XXXIII Cabaret Amore Mio, il primo firmato Cesario

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page


GROTTAMMARE – 
Tre lustri dietro le quinte nelle vesti di autore. Ha seguito da vicino le gesta di Pepi Morgia ed Enzo Iacchetti Savino Cesario, 60 anni ad ottobre, nuovo direttore artistico di Cabaret Amore Mio, festival nazionale dell’umorismo giunto alla 33esima edizione, l’evento principale dell’estate grottammarese, uno dei più importanti delle Marche.

Il primo Cabaret amore mio di Cesario è stato presentato nella mattinata di lunedì 29 maggio alla sala di rappresentanza del municipio grottammarese, alla presenza del Sindaco Piergallini e di rappresentanti dell’altra anima organizzativa dell’evento: l’Associazione Lido Degli Aranci.

Fin dalle prime parole pronunciate dal nuovo direttore artistico, sarà una 33esima edizione all’insegna della tradizione, della grande risata, con un cast in cui la comicità andrà dall’attore al presentatore.

Due come sempre le Arance d’oro che andranno a Gene Gnocchi e a Maurizio Battista, due comici che abbiamo conosciuto anche con i nostri servizi e le nostre interviste e che saranno protagonisti di una doppia serata condotta dall’imitatrice e spalla di Rosario Fiorello, Gabriella Germani e da Mauro Casciari, già inviato de “Le Iene”.

Importanti saranno gli ospiti. Il romagnolo Paolo Cevoli da Zelig, il presentatore e giudice di “Eccezionale Veramente” Paolo Ruffini, il comico/cantautore Andrea Di Marco, la vincitrice dell’edizione 2016 Elena Ascione, Franco Rossi e i Corsari della Polka direttamente da Colorado e soprattutto il disabile David Anzalone, un esempio che la comicità è più forte e sconfigge qualsiasi problematica.

Nel corso della mattinata è stato fatto un cenno anche alle novità della tradizionale gara dei comici. Su ben 107 richieste di partecipazione, record assoluto, i finalisti saranno 7 e dovranno, in soli 6 minuti, conquistare e far divertire a 360 gradi il numeroso pubblico del Parco delle Rimembranze.

“Siamo sicuri che questa edizione soddisferà i palati sopraffini, un’edizione all’insegna della tradizione e dell’innovazione e che cerca di essere più vicina alle esigenze del pubblico”, così il Sindaco Enrico Piergallini, che ha annunciato che i prezzi dei biglietti sono immutati, in aggiunta ai consueti ringraziamenti all’associazione Lido degli Aranci, agli sponsors e ai settori cultura e turismo per l’organizzazione e il supporto.

Per concludere, l’edizione 2017 sarà un vero e proprio omaggio/ringraziamento a Enzo Iacchetti e sarà dedicata alla memoria di Totò a cinquant’anni dalla morte.

L’intervista realizzata a Gene Gnocchi nell’aprile 2015

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *