“Rubrica Missio”: Migranti economici, ambientali o rifugiati politici?

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

A cura della segreteria del centro missionario diocesano

Chi fugge da siccità , calamità , surriscaldamento climatico, tsunami non ha la stessa urgenza di chi fugge da una guerra o da un genocidio ? Il Diritto dice che i migranti ambientali non sono dei perseguitati veri e propri . Non c’è un regime che li discrimini. E poiché la loro scelta è volontaria  sarebbero più dei migranti economici . Intere aree del Nord Africa e Medio Oriente potrebbero diventare inabitabili per il surriscaldamento  e considerando che vi vivono più di 500 milioni di persone, l’effetto delle persone in fuga potrebbe essere devastante. Ad oggi un rifugiato climatico non ha alcun riconoscimento giuridico e la questione  è comunque contenuta nell?Accordo di Parigi sul clima del 22 Aprile. Un clima impazzito potrebbe fare più danni di uno spietato persecutore politico .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *