Don Vincent Ifeme al World Catholicism Week di Chicago

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

DIOCESI – Abbiamo intervistato Don Vincent Ifeme, direttore dell’Ufficio diocesano per l?Ecumenismo appena tornato dal “World Catholicism Week 2017”

Don Vincent, come nasce questo appuntamento?
Questo appuntamento nasce nell’ambito di “World Catholicism Week 2017” (Settimana del cattolicesimo mondiale 2017) del Centro per Cattolicesimo mondiale e teologia interculturale (Center for World Catholicism & Intercultural Theology – CWICT) di DePaul University, Chicago, USA. World Catholicism week è un evento annuale di questo centro specializzato nello studio e la ricerca del cattolicesimo in tutte le parti del mondo.

Il tema generale di quest’anno era: “Gathered in my Name” – “Riuniti nel mio nome”. Era proposto con l’intento di celebrare il 500smo della riforma di Martin Lutero col l’attenzione particolare sugli effetti della riforma nel Sud del mondo. https://las.depaul.edu/centers-and-institutes/center-for-world-catholicism-cultural-theology/World-Catholicism-Week/Pages/default.aspx

Come ti è arrivato l’invito?

Mi è arrivato l’invito nel momento in qui sono stato contattato dal direttore del Centro  – Dr. William T. Cavanaugh, avendo conoscenza del mio interesse e ricerca sull’ecumenismo e dialogo interreligioso per via ed insieme con altri colleghi dello stesso network di ricerca.

Di cosa hai parlato in particolare?

La mia presentazione era intitolata: “Ecumenism and Immigration: The New Christians in Italy”  – “Ecumenismo e l’immigrazione: I Nuovi Cristiani in Italia”. Ho cercato di presentare il cammino del dialogo ecumenico in Italia da dopo il Concilio Ecumenico Vaticano II, sollevando il fenomeno dell’immigrazione nel nostro paese oggi come un’opportunità per l’ecumenismo. ‘Nuovi cristiani’ perché “ci riferiamo alla immigrazione cristiana nel nostro Paese. Si tratta di centinaia di migliaia di fratelli e sorelle sia ortodossi che evangelici, oltre che cattolici, che sono approdati in Italia per cercare una vita migliore. La loro venuta è come una preghiera rivolta anche a noi perché ricevano una risposta di amore. Anche l’ecumenismo italiano deve ascoltare questo grido: dobbiamo affinare le orecchie del nostro cuore, allargare la nostra mente e unire le nostre braccia per accogliere questi nostri fratelli e aiutarli a crescere anche nella fede” (Cf. Introduzione di materiali per la preghiera per l’unità dei cristiani 2010, firmato da Metropolita Zervos della Chiesa ortodossa di Costantinopoli, dal Professor Domenico Maselli per la Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia e Mons. Vincenzo Paglia, allora presidente della commissione per l’ufficio nazionale per l’ecumenismo e dialogo, CEI) .

Quali si spera saranno i frutti?

I frutti sono quelli di continuare a crescere con l’esperienza condivisa e maturata con altri esperti radunati a Chicago da tutte le parti del mondo in questo ambito di ecumenismo e dialogo per realizzare l’intenzione del Cristo e della chiesa sul cammino verso l’unità di tutti i cristiani.

Cosa ti rimane di questa esperienza?

L’impegno di continuare il cammino del dialogo per l’unità dei cristiani sia al livello locale sia al quello internazionale.

Ho avuto anche l’occasione durante questa visita d’essere invitato a tenere una lezione un giorno nella facoltà di teologia della chiesa Presbiteriana dell’università di Texas in Austin (Austin Presbyterian Theological Seminary) sul tema della “Relazione fra i cattolici e i protestanti da 500 anni della riforma”.  È  stato un altro grande momento di scambio di esperienza e dialogo dovendo rispondere alle loro curiosità sulla Chiesa Cattolica e il suo impegno per l’ecumenismo ed ascoltare cosa loro pensano sull’ecumenismo e la teologia cristiana in generale.

Quali saranno i prossimi appuntamenti dell’Ufficio?

L’ufficio per l’ecumenismo diocesano in collaborazione con il movimento per il Rinnovamento nello Spirito Santo propone nella settimana di Pentecoste un giorno per la preghiera ecumenica: Nell’ambito della 10a Festa dello Spirito Santo, si svolgerà martedì 6 giugno 2017, dalle ore 21.30, presso la Sala Blu – Parrocchia San Filippo Neri, in San Benedetto del Tronto (AP), Piazza San Filippo Neri, un Incontro Ecumenico sul tema: Lo Spirito accorda l’universo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *