Vescovo Bresciani: “Sarebbe bello che si riprendesse la recita del rosario in famiglia”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Vescovo Carlo Bresciani

DIOCESI – Il mese di maggio è molto caro alla pietà popolare dei cristiani per la devozione a Maria che lo caratterizza.
In  molte nostre parrocchie si recita il rosario, si attua una peregrinatio Mariae nelle varie frazioni della parrocchia o ci si riunisce nelle case per la preghiera in comune. Quest’anno ricorre il primo centenario dell’apparizione della Madonna ai tre pastorelli di Fatima: si tratta di un ulteriore stimolo alla nostra devozione mariana.

Sarebbe bello che si riprendesse la recita del rosario in famiglia o che la famiglia insieme partecipasse al rosario della comunità parrocchiale. Ma, oltre al rosario, si possono individuare altri piccoli gesti di devozione: un’Ave Maria prima dei pasti o prima di darsi la buona notte, un pellegrinaggio a una santella o chiesa mariana della propria zona, un lume davanti all’immagine di Maria che non dovrebbe mancare, insieme al crocifisso, in ogni famiglia …

Quest’anno i vari gruppi ecclesiali della nostra diocesi ci offrono, per vivere bene questo mese mariano, brevi meditazioni giornaliere sugli Atti degli Apostoli, i quali ci presentano la vita di quella prima comunità di fede cui partecipava anche Maria.

La lettura quotidiana di queste meditazioni in famiglia, in parrocchia o nelle varie zone, sarebbe un lodevole modo di ascoltare con Maria quanto il Signore ha da dirci attraverso la sua Parola. Per questo raccomando questa pratica come modo di venerare la Madonna imitandola nell’ascolto della Parola di Dio.

Perseveranti nella preghiera con Maria, mettiamoci in ascolto di ciò che Dio ha da dire a noi e alla nostra Chiesa. La Madonna ci accompagni e interceda per noi.

Scarica il Sussidio_mese di maggio 2017

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *