Il Vescovo Carlo Bresciani al “Terremoto – Cup”: “Rinascere nello spirito per affrontare insieme le difficoltà”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

MONTEPRANDONE – La manifestazione Terremoto Cup “Tutti in campo per giocare la stessa partita”, tenutasi lunedì 24 aprile presso il Campo sportivo “Nicolai” di Centobuchi, ha voluto essere anche un momento di aggregazione e raccoglimento, oltre che una giornata di festa e di sport.

Il Vescovo Carlo Bresciani ha celebrato, assieme al Vescovo della Diocesi di Ascoli Piceno, S. E. Monsignor Giovanni D’Ercole, una Santa Messa in memoria delle vittime del sisma del 24 agosto.

Il Vescovo Giovanni D’Ercole apre la celebrazione sottolineando l’importanza di questa giornata di gioia, divertimento, sport e soprattutto di solidarietà.

Nell’omelia Monsignor Bresciani cita la lettura dal Vangelo secondo Giovanni, in cui Nicodemo, uno dei capi dei Giudei, chiede a Gesù come può un uomo rinascere per la seconda volta. Il Vescovo Carlo: “Gesù ci parla di rinascere perché non possiamo determinare gli eventi della natura che ha il suo ritmo, ma di fronte ad essa c’è un modo per affrontare costruttivamente ed è il motivo per cui oggi siamo qui. Gesù vuole riunire tutti per una vita nella pace che vince il male, in cui bisogna aprirsi all’altro ed accorrere in soccorso. Questo è rinascere nello spirito”. Inoltre, menziona il quadrangolare che si svolgerà subito dopo la celebrazione: “Oggi abbiamo qui diverse squadre di diverse provenienze. Il mettersi insieme ci indica la strada per una rinascita possibile e per affrontare le difficoltà che la vita riserba”.

Il Vescovo ha poi concluso: “Il senso di questa Messa è essere uniti, costruire e ricostruire come società che nel momento del dolore ha scoperto la solidarietà e il Signore ci aiuta a crescere così, con la possibilità di rinascere in tutte le dimensioni della nostra vita. Il fuoco della speranza non si deve mai spegnere perché la ricostruzione più importante è quella dei gesti d’amore che non fanno spegnere la speranza, ma dà voglia di vivere”.

Ad accompagnare la funzione, la presenza dei cori di Accumoli, della parrocchia di San Giuseppe e dell’Associazione “Bolle” di San Benedetto del Tronto.

Oltre al quadrangolare in cui sono scese in campo quattro squadre rappresentative, l’evento ha ospitato per i più piccoli il Villaggio dello Sport e dei bambini a cura del CSI e il mercatino dei produttori delle zone terremotate.
Leggi l’articolo FOTO “Terremoto Cup – Tutti in campo per giocare la stessa partita”, meritata vittoria della rappresentativa terremotati

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *