“Frammenti” questa sera lo spettacolo del “CSI San Giuseppe” presso il cineteatro San Filippo Neri

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sta volgendo verso il termine l’itinerario di formazione ordinario del Gruppo Animazione, a cui aderiscono quegli adolescenti (dai 14 ai 17 anni) che, dopo il servizio di animazione educativa estivo, approfondiscono la loro dimensione umano-cristiana con proposte differenziate e integrate – da ottobre a maggio – in particolare nei tempi forti dell’anno liturgico. Dalla domanda iniziale “Che cercate?” (ritiro di Avvento a Casa Emmaus e la visita al Punto Giovane di Riccione) a “Maestro, dove abiti?” (partecipazione alla Festa del Movimento Giovanile Salesiano del Triveneto a Jesolo ad inizio Quaresima http://nuovavenezia.gelocal.it/venezia/cronaca/2017/03/07/news/movimento-giovanile-salesiano-in-festa-a-jesolo-1.14995455), fino all’esperienza itinerante a tappe del Venerdì Santo “Sguardi capaci di…spezzare Vita” (dal Parco Kolbe a Casa Emmaus passando sulle colline di Contrada Barattelle). E alcuni di loro hanno anche accolto, con entusiasmo e passione, la proposta di approfondire la conoscenza di se stessi, e dell’essere in relazione con gli altri, attraverso la partecipazione ad un laboratorio di espressività corporea, realizzato con la collaborazione dell’Associazione Teatrale “Caleidoscopio” (https://www.facebook.com/Caleidoteatro/?fref=ts), implementando così, ulteriormente, la nostra  Rete Educativa Territoriale (R.E.Te.). Per ben sette mesi, a cadenza settimanale, otto nostre adolescenti si sono ritrovate presso il Cine Teatro S. Filippo Neri, guidate con competenza dallo staff tecnico dell’associazione: sullo sfondo il tema sempre attuale dell’integrazione tra identità diverse, ancora in divenire, come le loro e di tanti altri coetanei, da cui il titolo del Progetto “Frammenti vicini”. Tre, in sintesi, le fasi principali di lavoro: 1) conoscenza, corpo e unione di gruppo; 2) ricerca sul tema dell’integrazione, valorizzando la voce e la recitazione; 3) creazione, messa in scena. E ormai siamo all’epilogo finale: questa sera, venerdì 28 aprile, con inizio alle ore 21.15, proporranno una loro performance, una rappresentazione del percorso concluso, nel quale hanno sperimentato nuovi linguaggi e nuovi sguardi, capaci di integrare le diversità in una prospettiva di accoglienza, gratitudine e donazione. L’invito è rivolto a tutti gli interessati, l’ingresso è libero (come da locandina). Nel mese di Maggio il Gruppo Animazione inizierà la formazione più specifica alla realizzazione del Centro Ricreativo Estivo Sportivo 2017 (CRE/GrEst) dal titolo “Detto Fatto. Meravigliose le tue opere”, sempre in collaborazione con l’Ufficio dell’Età Evolutiva Giovanile (UPEE) della Diocesi di Bergamo. E si prevedono delle belle sorprese..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *