Scout, al parco Primo Maggio di Grottammare si è tenuto “L’incontro di Primavera”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

La coccinella Sofia del Cerchio Antares Grottammare1

GROTTAMMARE – Al parco Primo Maggio di Grottammare, qualche giorno fa, si è tenuto “L’incontro di Primavera”.

Per tutti i giovani scout è stato un giorno importante, dove ci si è ritrovati tutti in un unico parco per trascorrere una giornata all’aperto divertendoci, stando insieme e conoscendoci meglio. Erano presenti  Branchi diversi, arrivati da molte città e paesi dei dintorni come per esempio Ascoli Piceno, Acquaviva, Grottammare, San Benedetto, Monteprandone, etc. e un solo gruppo di Coccinelle, le uniche della zona: il nostro Cerchio Antares del Grottammare 1.

Appena arrivati ci si è riuniti e si è iniziato con il grande urlo e il grande saluto, a seguire sono state presentate delle danze; mentre si eseguiva la prima danza, nel cerchio sono entrati il re e il suo giullare discutendo: il giullare aveva rotto i bottoni del mantello del re, che furioso con il menestrello, ha chiesto aiuto a noi giovani scout per cercare i suoi bottoni rotolati a valle; tutti gli scout, divisi dai capi, in squadre e per colore, si sono messi alla ricerca di questi bottoni colorati e con fantasie diverse, come per esempio verde, rosso a pois, giallo, azzurro, ecc…

In ogni colore era presente un personaggio diverso del castello che raccontava storie, le quali insegnavano qualcosa di importante sull’aiutare e il pensare agli altri, il tutto accompagnato da giochi divertenti e dalla lettura di un brano del Vangelo differente per ogni postazione: per esempio l’azzurro raccontava una storia su una persona che è  stata picchiata e derubata da due vandali, sotto gli occhi di molte persone che passando non l’hanno aiutata, tranne che un samaritano. Poi si è fatto il gioco dello scalpo; il viola a pois ha raccontato la di alcune persone che entravano in un autobus e stavano tutti con il giornale, non si guardavano  e non socializzavano, però un giorno l’autista disse a tutti di posare il giornale e di guardare il vicino e dirsi ciao e da quel giorno tutti si conobbero. Dopo è stato fatto il gioco della fiducia dove ti devi lasciar cadere e il compagno ti devono  prendere, ecc…Trovati tutti i bottoni (ogni squadra ne aveva alcuni) il re ha detto che tutti i Branchi e il Cerchio dovevano unirli per formare l’arcobaleno

Subito dopo aver dato tutti i bottoni al re, per concludere la giornata si è celebrata la messa all’aperto. E’ stata un’esperienza che ho avuto piacere di fare, ed è stato bellissimo perché ho conosciuto persone diverse e cose che prima non sapevo, insomma è stata uno splendido Incontro di Primavera che non dimenticherò mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *