Gli studenti di Monteprandone in visita ad Acquaviva Picena

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Patrizia Neroni

ACQUAVIVA PICENA – Gli studenti delle classi prima e terza della scuola media “Allegretti” di Monteprandone il giorno 5 e il giorno 6 aprile hanno raggiunto Acquaviva Picena accompagnati dai loro docenti per una visita guidata al centro del paese:  chiese, belvedere, stradine, palazzi signorili, piazze e infine hanno raggiunto la Fortezza Medievale attraverso i suoi camminamenti da cui è possibile vedere tutto il paesaggio circostante.
Il motivo di questa visita guidata è stato l’approfondire i luoghi dove ha vissuto la duchessa Forasteria protagonista del libro che porta il suo nome “Forasteria” scritto dalla prof. Ciriaci. A fare da guida turistica in giro per il centro storico il cav. Nello Gaetani presidente dell’Ass.ne Palio del Duca che insieme all’autrice ha spiegato anche alcuni brani tratti dall’opera che gli studenti di Monteprandone durante l’anno scolastico hanno letto e approfondito in classe. Gli studenti hanno fatto un tuffo nel passato e il loro pensiero è arrivato intorno all’anno 1234 quando il 6 di agosto Forasteria figlia del duca Rainaldo degli Acquaviva andò in sposa a Rinaldo dei Brunforte figlio di Bonconte e nipote di Fidesmino che era il vicario dell’imperatore Federico II. A farli entrare in quell’epoca speciale è stata anche la visita al museo storico di Sponsalia e alla sala dove si trovano i costumi storici. Nel museo hanno potuto osservare la miniatura che riassume un po’ ciò che è possibile vivere durante i tre giorni di Sponsalia, la rievocazione storica che il Palio del Duca ogni anno ripropone ad agosto: i giochi dei due rioni aquila e civetta, la presentazione della dote e altro ancora. Nella sala dei costumi i ragazzi hanno visto dal vivo i modelli e le stoffe tipiche dell’epoca.

Gli studenti dell’Istituto “Allegretti” hanno avuto così l’occasione di fotografare i vestiti e alcuni di loro li hanno perfino indossati. A concludere la visita ad Acquaviva il giorno 5 aprile è stato il saluto del vice sindaco Balletta, mentre il 6 aprile a concludere con il saluto è stato il sindaco Rosetti. Entrambi si sono detti felici della visita e hanno incoraggiato i ragazzi ad aprirsi al futuro non trascurando il loro passato e le proprie radici storiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *