Francesco: “Dio converta il cuore di terroristi e trafficanti di armi”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

ZENIT

“Al termine di questa celebrazione, saluto cordialmente tutti voi qui presenti, specialmente quanti hanno partecipato all’Incontro internazionale in vista dell’assemblea sinodale sui giovani, promosso dal Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita in collaborazione con la Segreteria Generale
del Sinodo dei Vescovi. Questo saluto si estende a tutti i giovani che oggi, intorno ai loro vescovi, celebrano la Giornata della Gioventù in ogni diocesi del mondo. È un’altra tappa del grande pellegrinaggio, iniziato da san Giovanni Paolo II, che l’anno scorso ci ha radunati a Cracovia e che ci convoca a Panamá per il gennaio 2019”. Così Papa Francesco, nella Domenica delle Palme, al termine dell’Angelus ha salutato i giovani.

“Per questo – ha ricordato -, tra qualche istante, i giovani polacchi consegneranno la Croce delle Giornate Mondiali della Gioventù ai giovani panamensi, accompagnati, gli uni e gli altri, dai loro Pastori e dalle Autorità civili”. Così il Pontefice ha invitato a chiedere “al Signore che la Croce, unita all’icona di Maria Salus Populi Romani, là dove passerà faccia crescere la fede e la speranza, rivelando l’amore invincibile di Cristo”.

Il Santo Padre ha poi invitato a pregare “per le vittime dell’attentato compiuto purtroppo oggi, questa mattina, al Cairo, in una chiesa copta. Al mio caro fratello, Sua Santità Papa Tawadros II, alla Chiesa Copta e a tutta la cara nazione egiziana esprimo il mio profondo cordoglio, prego per i defunti e per i feriti, sono vicino ai familiari e all’intera comunità. Il Signore converta il cuore delle persone che seminano terrore, violenza e morte, e anche il cuore di quelli che fanno e trafficano le armi”.

In Egitto sono avvenuti ieri mattina due attentati esplosivi. La prima esplosione in una cittadina a nord del Cairo, Tanta, la seconda ad Alessandria. 26 morti a Tanta, due ad Alessandria. Decine di persone sono rimaste ferite. Il 28 e 29 aprile è prevista la visita di Papa Francesco in Egitto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *