Cupra Marittima, giovedì scorso si è riunito il Consiglio comunale

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

CUPRA MARITTIMA – Nella serata del 30 marzo 2017 si è riunito il consiglio comunale cuprense, chiamato a valutare ed approvare molteplici punti all’ordine del giorno, tra cui l’attribuzione delle deleghe al neo assessore Alessandro Carosi, persona di comprovata esperienza avendo fatto parte della giunta comunale anche nella precedente legislatura. Tra gli argomenti di maggiore rilevanza in discussione risultavano l’approvazione del bilancio di previsione per il triennio 2017/2019 e le proposte di deliberazioni inerenti i principali tributi comunali. In questo ambito la novità più rilevante riguarderà la TARI, dato che è stata disposta la modifica del regolamento comunale che disciplina il tributo, prevedendo e normando un sistema sperimentale di incentivazione a favore delle utenze domestiche residenti, che prevede la ridistribuzione alle famiglie più “virtuose” dei risparmi derivanti dal raggiungimento di una percentuale di raccolta differenziata superiore al 65%. Grazie al sistema di raccolta implementato con i mastelli, sarà infatti possibile rendicontare per ogni utenza gli Ecopunti realizzati in funzione del numero e della tipologia di conferimento effettuato. Per quanto riguarda la stessa TARI le aliquote del 2017 prevedono una ridistribuzione del carico complessivo del tributo con un beneficio per le famiglie e riduzione per circa l’86% delle utenze domestiche. Nessuna variazione per Imu e Tasi rispetto al 2016. Dal lato degli interventi prioritari, l’attenzione è focalizzata sul plesso scolastico cittadino, infatti oltre alle risorse normalmente stanziate ogni anno per le attività di funzionamento e manutenzione dello stesso, risultano essere stati resi disponibili per il 2017 ulteriori 100 mila euro, di disponibilità liquide e prontamente impiegabili, per finanziarie sia le attività di progettazione ed i primi interventi per il miglioramento ed adeguamento sismico, quanto anche le migliorie e sistemazioni inerenti gli impianti. Appena disponibile la progettazione definitiva, l’intervento di adeguamento potrà essere finanziato con alternative scelte a disposizione, che variano dall’accesso a forme di contribuzioni statali e regionali, ricorrere a finanziamenti C.d.p., della BEI a tassi agevolati ecc. Una base di risorse finanziarie è già comunque disponibile con il finanziamento già attivo di oltre 500 mila euro sempre in ambito di edilizia scolastica e dal probabile rinnovato impegno finanziario della provincia di Ascoli Piceno. La vicinanza all’I.s.c. cuprense si concretizza con la dotazione di risorse a favore dello stesso sia sotto forma di contributi, che anche per finanziare dei progetti scolastici.  Rimanendo in tema di servizi scolastici nulla cambia per i costi dei servizi a domanda individuale, come mensa e trasporto scolastico. Permane il sostegno finanziario dell’amministrazione anche per il 2017 a favore delle altre istituzioni scolastiche ed educative cittadine. Il consiglio comunale cittadino è stato anche chiamato ad approvare il regolamento già deliberato dalla giunta comunale inerente l’istituzione del Consiglio Comunale dei Ragazzi, importante strumento partecipativo istituito con la finalità di favorire tra i ragazzi cuprensi la comprensione delle modalità di svolgimento della vita democratica del Comune di Cupra Marittima, favorire il dibattito, confronto, e sviluppare progettualità per conseguire gli obiettivi che ci si prefiggono per il bene comune. Per quanto le risorse a disposizione dei comuni tendano a ridursi negli anni, basti pensare che nel 2017 l’accantonamento al Fondo dei Crediti dubbi ha raggiunto circa 277 mila euro, trattandosi di risorse che prima potevano liberamente impiegarsi ed ora non più, permane l’impegno dell’amministrazione comunale nel sociale a favore dell’infanzia, dei minori, degli anziani, disabili, delle famiglie bisognose ed i soggetti a rischio di esclusione sociale, con uno stanziamento in linea con quello del 2016 di circa 216 mila euro.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *