Tanti cari Auguri di buon compleanno a Padre Giovanni Guerrino Mazzoni e a Don Giuseppe Giudici

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Di Giuseppe Mariucci

DIOCESI – Facciamo i nostri migliori auguri di buon compleanno a Don Giuseppe Giudici e a Padre Giovanni Guerrino Mazzoni.
La Parrocchia di San Michele Arcangelo di Montelparo e i suoi parrocchiani in particolare non possono far passare inosservato questo giorno. Infatti il suo “giovane” vice parroco, padre Giovanni Guerrino Mazzoni, compie 88 anni!

Nacque, infatti, a Ortezzano, in Contrada Valdaso,  nel 1929! E quel giorno, come ricorda lucidamente lo stesso padre Giovanni, era il Mercoledì Santo e ci si trovava sotto un’altissima coltre di neve (“u nevo’” come dice lui in perfetto dialetto locale!). In quello stesso giorno fu anche battezzato!

Studiò presso il Collegio “Sisto Quinto” di Montalto delle Marche per poi concludere gli studi, a Roma, presso l’Università Gregoriana.
Fu ordinato sacerdote nell’ordine dei Salvatoriani, fondato da Padre Jordan, il 3 di luglio del 1955 nella chiesa di San Marcello al Corso dalle mani di un Vescovo appartenente ai Servi di Maria.

Celebrò la prima messa in forma privata a San Pietro in Roma nell’altare della Madonna che si trova alla destra appena dopo la Cappella del SS. Sacramento, e, nella terra delle sue origini, a Monte Rinaldo il 17 luglio 1955.

E’ stato parroco, per cinquant’anni, dal 14 settembre 1959 al 3 dicembre 2009, presso la Chiesa della Madonna del Ponte di Narni Scalo (Terni)!

Oggi, dal settembre 2014, è l’efficientissimo, come detto sopra, vice-parroco della Parrocchia di San Michele Arcangelo di Montelparo!

La cosa simpatica e particolare è che, Padre Giovanni, 60 anni di sacerdozio il 3 luglio 2015, è nientemeno che lo zio di Padre Agostino Maiolini Priore-Parroco di questa stessa parrocchia (40 anni di sacerdozio il 29 giugno 2015 e anche lui dell’ordine dei Padri Salvatoriani: 100 anni in due!).

Voglio dire anche che, certamente dopo di quella che è stata la sua missione di sacerdote, la sua più grande passione è stata la Montagna! Mi ricorda spesso che è stato capace di scalare oltre centoventi vette: dal Monte Vettore, al Monte Bianco; dall’Etna allo Stelvio; dal Gran Paradiso, al Bernina ……. e via elencando!

La comunità parrocchiale di Montelparo, sempre presa dalle sue memorabili omelie e dai suoi incoraggiamenti a percorrere le vie dell’amore e della pace, esprime, anche attraverso queste poche righe, le sue felicitazioni per un traguardo importante che lo vede tuttora esercitare il suo compito di pastore senza alcun tentennamento e, anzi, con grande energia e simpatia!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *