Ex Ospedale Grottammare, il recupero prosegue all’interno

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page
Grottammare, ex ospedale

GROTTAMMARE – L’impresa Cappelli Elevator srl di Ascoli Piceno sì è aggiudicata il lavoro di installazione dell’impianto elevatore che collegherà i vari piani del palazzo dell’ex ospedale Madonna degli Angeli.
L’impianto è in realizzazione e, a breve, avverrà il montaggio dell’ascensore quale una delle ultime più importanti opere interne all’edificio. Successivamente, infatti, l’immobile dovrà essere dotato anche di un impianto di areazione.
L’impresa ascolana si è aggiudicata il lavoro offrendo 11.500 € più iva (contro i 12.400 €+i. offerti dalla seconda concorrente) e un tempo di realizzazione di 30 giorni (contro 35 della seconda).

Per permettere l’esecuzione di questo genere di opere, è stato temporaneamente sospeso il cantiere principale del terzo e ultimo stralcio (aperto nell’autunno scorso) dei lavori di recupero dell’immobile, iniziati nel 2005, con il consolidamento statico del piano rialzato, la ristrutturazione della porzione posta a sud del corpo di fabbrica utilizzando elementi strutturali in acciaio (travi, pilastri e solai) e la realizzazione nel piano seminterrato di una saletta per uso polivalente (attualmente utilizzata dalla Corale Sisto V).

Dal settembre 2014 al febbraio 2016 è stato realizzato il secondo stralcio, che ha restituito anche l’estetica dell’immobile. Il cantiere ha provveduto al consolidamento statico dell’intera struttura dell’edificio (piano rialzato, primo, secondo e sottotetto), al completamento, con finiture e impianti tecnici, del piano rialzato, alla predisposizione degli impianti tecnici e la posa in opera del cartongesso nel piano primo e all’abbattimento delle barriere architettoniche. Sempre in questa fase, inoltre, avvenne il restauro della facciata principale oltre al recupero di tutti i prospetti dell’edificio e alla sistemazione della pavimentazione esterna.
Il valore complessivo dell’opera di ristrutturazione ammonta a un milione e mezzo di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *