“Donna oltre il silenzio”: mostra d’arte della pittrice Claudia Cundari e del maestro Scultore Sergio Tapia Radic 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Donna oltre il silenzio” : mostra d’arte della pittrice Claudia Cundari e del maestro Scultore Sergio Tapia Radic.
Inaugurazione sabato 4 maggio alle ore 17.00 in Palazzina Azzurra in San Benedetto del Tronto.

“L’evento è inserito nell’ ambito del Tema di Studio Nazionale del  Lions Clubs International “Contro la violenza nei confronti delle donne: combattiamo il silenzio”

La violenza contro le donne riguarda tutti e tutte, si struttura attraverso radici sociali e culturali e produce gravi conseguenze non solo individuali ma anche collettive.

I Lions, mossi da quei forti principi di Etica che regolano tutte le loro azioni, intendono sostenere e promuovere la Cultura della Non violenza sentendola come un imperativo morale, civile ed umano a cui non ci si puo’ sottrarre.

L’obiettivo, in collaborazione con l’ Assessorato ai Servizi Sociale del Comune di San Benedetto del Tronto e la Fondazione Libero Bizzarri, è quello di promuovere e sostenere  le realtà territoriali  che mettono a disposizione la loro esperienza e professionalità nel sostenere donne di ogni etnia, religione ed estrazione sociale che abbiano subito o subiscano violenza.

L’ iniziativa dei Lions prende vita con la mostra d’ arte organizzata grazie alla sensibile e generosa collaborazione della pittrice Claudia Cundari e del maestro scultore Sergio Tapia Radic. L’universo femminile è raccontato e sublimato dalla loro opere. È  una mostra che guarda al positivo.

Aiutare la donna a ritrovare l’autostima , l’auto determinazione,  l’espressione di sé ,  i propri momenti di positività  può  rappresentare  un importante processo di  trasformazione, di libera affermazioni di sé  e di ricostruzione di un nuovo progetto di vita.

All’interno  della mostra si susseguiranno filmati e dibattiti su tale tema a cura della Fondazione Libero Bizzarri,  curatrice del catalogo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *