ROM chiusa in gabbiotto diventa maschera di carnevale: una riflessione

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Di Fernando Palestini

Viviamo un momento abbastanza difficile dove non sempre è semplice decifrare i fatti che avvengono quotidianamente, ma a me sembra che spesso abbiamo smarrito il senso della solidarietà o anche più semplicemente dell’UMANITA’.

Mi riferisco alla vicenda accaduta a Follonica giovedì mattina in un’area non aperta al pubblico del piazzale della catena tedesca LIDL  dove due dipendenti hanno rinchiuso due nomadi in un gabbiotto per i rifiuti, dopo averle sorprese a rovistare in un’area non aperta al pubblico. Le hanno derise mentre giravano le immagini e poi hanno pubblicato il video sui social scatenando decine e decine di commenti razzisti e oltre 200 mila visualizzazioni. L’azienda si è subito dissociata ed ha aiutato i carabinieri ad individuare i due dipendenti.
Il video in poche ore è stato condiviso sulle bacheche facebook: le immagini sono forti, e pesanti: si vede una donna sui 50 anni che urla disperata mentre all’esterno due persone la deridono. Anche se la grottesca vicenda è durata soltanto alcuni minuti è sconcertante sia l’accaduto che, forse ancora di più, le decine di migliaia di visualizzazioni con commenti razzisti.

Purtroppo lo squallore della vicenda non finisce qui perché la sindaca di Cascina di
Pisa commentando una maschera di carnevale del suo paese che raffigurava la scena ha così commentato su Facebook: “Maschera di carnevale ieri a Cascina! A me fa ridere!!! A carnevale ogni scherzo vale! Se siete tristi e di sinistra, peggio per voi”.

Non entro assolutamente in merito agli schieramenti politici ma quello che mi fa veramente male è vedere il disprezzo, l’irrisione delle persone più fragili della nostra società trattate come merce e derise. Ed il fatto che sia carnevale non mi sembra una scusante, anzi. E’ sicuramente bello divertirsi, sorridere anche con ironia ma mai offendendo così duramente delle persone. L’UOMO, qualsiasi essere umano deve essere sempre degno del massimo rispetto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *