FOTO La tradizione del Giovedì Grasso a Montelparo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Di Giuseppe Mariucci

MONTELPARO – La tradizione del Giovedì Grasso a Montelparo si ripete! Non c’è stata quest’anno, purtroppo, la possibilità di usare i “magici” e storici locali di quel Cantinone, del complesso Agostiniano, che per decenni hanno ospitato queste feste! Anche qui è intervenuto il terremoto che ha reso inagibile il “cuore” culturale e logistico del Paese! La popolazione, però, tramite l’Associazione Giovanile Il Chiostro, non si è data per vinta e ha portato i suoi bambini nell’unico locale agibile al momento e dove viene organizzato di tutto: la Palestra Comunale!

Va precisato, poi, che questi pomeriggi di festa e di gioia sono organizzati esclusivamente per i bambini del paese e i ragazzi ospiti del Mancinelli. Ovviamente, con i genitori, i nonni e gli assistenti dei ragazzi, la popolazione tutta è invitata a partecipare. Insomma, tra musiche, festoni, maschere, coriandoli e stelle filanti, una grande festa di paese che ha quale obiettivo principale quello di divertire i bambini e non solo! Non sono mancati, per l’occasione, dolci e fritture di ogni genere anche questi preparati dalle associazioni organizzatrici, dal Mancinelli e dalle famiglie dei bambini che sono intervenuti alla festa.   Anche quest’anno, i giovani organizzatori, con un carro carnascialesco appositamente preparato, hanno girato per i casolari di campagna alla ricerca di uova e farina utili per la preparazione dei dolci. Hanno così ricordato usi e costumi di quel difficile passato quando, per mancanza cronica di mezzi (di soldi nemmeno l’ombra) si organizzavano questue di uova, farina, zucchero, olio, strutto e quanto necessario per la confezione di frappe (“sfrappe”), frittelle (“frittillitti”), cicerchiata, castagnole e così via!

Un fatto assolutamente da ripetere e sottolineare è quello della piena collaborazione che coinvolge, da oltre cinquant’anni, la gente di Montelparo e il Mancinelli. In ogni iniziativa c’è, infatti, la partecipazione dei ragazzi che, accompagnati dai loro bravi, preparati e attenti assistenti, si integrano perfettamente con quella popolazione che li ama e li considera quali propri figli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *