Incontro diocesano per i fidanzati: “Camminare insieme animati dallo Spirito Santo”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Per le coppie della nostra Diocesi, domenica 12 febbraio si è tenuto il ritiro per i fidanzati presso Biancazzurro in San Benedetto del Tronto.

Il Vescovo Mons. Carlo Bresciani ha incontrato i futuri sposi per illustrare il cammino di accompagnamento per la loro preparazione al matrimonio cristiano. L’incontro ha visto una nutrita partecipazione di coppie.

Dopo i momenti di accoglienza, il Vescovo ha sostenuto una relazione sul tema “Eros-amore-carità”.
Cos’è l’amore? Non dobbiamo pensarlo in termini idealistici perché avete incontrato una persona concreta, in carne ed ossa, e l’amore deve fare i conti con quella persona concreta. Come è nato questo? Tutto parte dal desiderio che vi ha mosso, cioè di incontrare un uomo o una donna, e questo è opera di Dio. Ma il desiderio è il primo passo verso l’amore ma non è ancora l’amore. Qual è la strada dell’amore? Integrare l’eros dentro l’amore, farli armonizzare. L’eros non guida la relazione ma apre alla scoperta della persona.

Monsignor Bresciani è passato poi a riflettere sul significato della carità. La carità è l’ultimo passo. Dio è carità e – come dice San Paolo – la carità è benigna, giustifica tutto, anche i difetti. Se non c’è la carità, anche amore ed eros finiscono. Esso è un dono dello spirito santo, è il fondamento di tutto.

Concetto riproposto anche nel successivo incontro collegiale con gli educatori, che hanno coinvolto i fidanzati in un lavoro di gruppo invitandoli ad espletare le loro opinioni sul tema.

L’udienza si conclude con la celebrazione eucaristica nella cui omelia il Vescovo ha osservato che il grande dono di Dio è la nostra libertà. Noi possiamo scegliere liberamente ma nella vita di coppia dobbiamo prenderci le conseguenze di come agiamo. Afferma Gesù che la vera giustizia è quando si impara ad amare l’altro. Se tra marito e moglie non c’è schiettezza e fiducia non si può costruire una relazione.

Dio è con voi e il sacramento che riceverete è quel “sì” di Dio che resta per sempre. Egli non cambia mai la sua parola e il suo amore non verrà mai meno. Ha ricordato il Vescovo ai fidanzati in conclusione dell’incontro.

Lo scopo di queste riflessioni è quello di aiutare i giovani fidanzati a leggere l’amore che stanno vivendo, e che vivranno come sposi, aiutarli a comprendere come questo loro rapporto rappresenti la vocazione all’amore, da curare e rafforzare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *