Il Gruppo Scout Grottammare1 a sostegno della Parrocchia San Pio V

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Fabio Addazi44Il capo squadriglia Iacopo Marcozzi

GROTTAMMARE – “I numeri scomparsi“. Questo progetto nasce da una idea che ci frullava in testa da un po’, ovvero dare il nostro piccolo contributo a chi ha sofferto sia fisicamente che psicologicamente dei danni del terremoto che ha devastato le nostre terre.

Inizialmente pensavamo di rivolgerci in generale a tutta la popolazione colpita, poi abbiamo riflettuto dopo aver sentito una omelia durante la messa domenicale.

Questo anno il nostro impegno aveva un nome: Civitas. Ovvero inventare una Impresa che potesse essere significativa a livello territoriale e che ci portasse a sentire maggiormente la nostra presenza sul territorio. Qualche tempo dopo il terremoto di ottobre, durante una delle messe domenicali il prete raccontava dell’apertura della nostra chiesa, S. Pio V, rimasta chiusa per un po’ a causa dei danni del terremoto. La riapertura è stata possibile solo grazie agli sforzi economici della parrocchia, sforzi che sono costati molto.
A quel punto abbiamo pensato che non ci sarebbe stato modo migliore di essere parte della nostra Comunità che concentrare le nostre forze su questo punto: restituire un po’ di economia a modo nostro .

Abbiamo allora pensato di organizzare per domenica 29 gennaio alle ore 18.00 presso il Teatro dell’Arancio di Grottammare, una specie di spettacolino teatrale con annesso gioco del bingo (tipo tombola animata) al quale invitare tutta la popolazione di Griottammare e chiaramente anche le persone terremotate ancora ospiti delle nostre zone e di raccogliere fondi da devolvere interamente alla nostra Parrocchia San Pio V.

Per questo abbiamo pensato di coinvolgere anche l’amministrazione Comunale, sempre attenta a questi eventi e sempre pronta a dare il sostegno tangibile, che stavolta presupporrebbe l’utilizzo del Teatro dell’Arancio, come simbolo di bellezza e di coraggio nella ricostruzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *