L’invito dell’ACR Grottammare: doniamo il sorriso!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

ACR6GROTTAMMARE – Il primo gennaio 2017, come ogni anno accade dal 1968, la chiesa tutta festeggia la giornata mondiale della pace.

Per i ragazzi dell’ACR prende vita, per alcune settimane, il mese della pace, durante il quale, seguendo le esortazioni del Papa fanno esperienza di pace.
Quest’anno i ragazzi sono chiamati a farlo rendendosi “operatori di pace”, portando sorrisi, come fanno i circensi, a chi fa difficoltà a sorridere a causa delle molte prove della vita.

“Ascoltare le beatitudini significa conoscere Gesù, perche’ sono il suo ritratto, accogliere e vivere le beatitudini significa diventare discepoli  ed e’ il nostro cammino”. Don marco Ghiazza, assistente nazionale ACR.

I responsabili informano: “In fondo alla chiesa di San Pio V potrete trovare una bilancia, a testimoniare come ci sia un forte squilibrio nella divisione dei beni di prima necessita’ nel mondo, nonostante questi beni siano stati messi a disposizione per tutti da Dio, affinche’ nessuno soffrisse.
Troverete anche un cartellone, verde come la speranza, con le “segnalazioni cattoliche ragazzi”, riguardanti  le difficoltà emerse da uno studio sviluppato dai ragazzi e dagli educatori nella nostra Città di Grottammare.
Per questo motivo vogliamo invitare tutta la comunità a regalare un sorriso a quelle famiglie e ragazzi che sono in difficoltà, con una raccolta di beni primari, che naturalmente faremo anche noi con le nostre famiglie e che durerà per tutta la settimana”.

La raccolta avverrà liberamente in fondo alla Chiesa di San Pio V dove chiunque potrà lasciare il proprio dono nella cesta posta vicino alla bilancia.

I “sorrisi” raccolti verranno portati dai ragazzi ACR, sabato 28 gennaio al centro Caritas parrocchiale, presso l’ex cinema sibilla e verranno distribuiti dalle signore del gruppo delle Vincenziane, secondo le necessita’ che giornalmente si presentano.

I responsabili concludono: “ringraziamo tutti quelli che vorranno condividere con noi un sorriso!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *