prostituL’Azione cattolica aderisce a “Questo è il mio corpo”, la campagna promossa dalla Comunità “Papa Giovanni XXIII” per “la liberazione delle vittime di tratta e sfruttamento della prostituzione”. Le donne che si prostituiscono arrivano da ambienti familiari e sociali degradati, con alle spalle storie di povertà, violenza e abusi. L’obiettivo “è ottenere una legge (in Parlamento c’è già una proposta) che finalmente sanzioni il cliente e fermi la domanda”. Da 30 anni la Comunità fondata da don Oreste Benzi è al fianco delle ragazze vittime della “prostituzione e della tratta, per costruire con e per loro una vita dignitosa”. L’adesione dell’Azione cattolica, sottolinea Giovanni Paolo Ramonda, presidente della Comunità “Papa Giovanni XXIII”, “è importantissima per noi: dà valore e spessore” all’impegno e alla campagna, per “debellare questa piaga, questa moderna schiavitù”. L’Azione cattolica invita a firmare la relativa petizione. Info: www.questoeilmiocorpo.org.