Grottammare, in gara i lavori per l’ampliamento del cimitero

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

CimiteroGROTTAMMARE   Il progetto di ampliamento del cimitero cittadino è pronto ed è in corso l’espletamento della gara per la sua realizzazione. La nuova costruzione corrisponderebbe all’edificio B del terzo lotto consistente in 240 edicole funerarie.

Il progetto definitivo esecutivo è stato redatto dall’ing. Gianfranco Botticelli e comprende opere per un valore complessivo di 347.500 €, che verrà sovvenzionato mediante il sistema dell’autofinanziamento.  L’investimento, infatti, è totalmente coperto dai proventi derivanti dall’assegnazione delle concessioni avvenuta tramite bando, lo scorso anno.

La giunta comunale ha approvato il progetto lo scorso 30 gennaio dando così il via all’espletamento della gara di appalto.

La scelta dell’impresa che realizzerà i lavori avverrà attraverso la Stazione Unica Appaltante di Fermo essendo l’opera di importo superiore a 150.000 €. L’importo a base di gara, infatti, è di 301.125,55.

La  Stazione Unica Appaltante, cura, per conto degli enti aderenti, l’aggiudicazione di contratti pubblici per la realizzazione di lavori, la prestazione di servizi e l’acquisizione di forniture. Si tratta, in pratica, di una centrale di committenza, istituita al fine di “assicurare la trasparenza, la regolarità e l’economicità della gestione dei contratti pubblici e di prevenire il rischio di infiltrazione mafiose”; ma ha anche la funzione di mettere a disposizione degli Enti uffici,  personale e competenze del Provveditorato, per  favorire il perseguimento di obiettivi di efficienza, economicità, efficacia.

Grottammare è uno dei 23 comuni della provincia di Ascoli Piceno aderenti al SUA di Fermo.
La realizzazione di un nuovo settore arriva a circa 5 anni dall’ultima opera di ampliamento del camposanto, il settore A, comprendente 252 loculi. Nel 2010, infatti, per far fronte alla domanda di nuovi loculi, l’ala ovest del cimitero cittadino fu destinata ad accogliere un ampliamento strutturale complessivo di 825 fornetti, composto di tre distinti settori da realizzare nel corso degli anni, procedendo, per ogni blocco, prima all’assegnazione delle concessioni e poi alla realizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *