Monsignor Galantino: “quando un migrante bussa alla porta il primo compito è accoglierlo”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Galantino“Quando un migrante bussa alla porta il primo compito è accoglierlo e rendergli meno pesante l’approdo”. Lo ha affermato monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, oggi alla presentazione della Giornata mondiale del migrante e del rifugiato, che quest’anno ha per tema “Migranti minorenni, vulnerabili senza voce”. Galantino ha ricordato che “anche i migranti economici e ambientali sono persone, costrette a emigrare a causa del nostro egoismo”, specificando che “i migranti economici vengono da posti in cui noi occidentali siamo andati a prendere tutto quello che avevano”.
Il segretario generale della Cei ha messo in guardia gli operatori della comunicazione dalla “deleteria semplificazione” di fronte alle tematiche migratorie, come pure “i temi e i problemi legati alle migrazioni non possono essere personalizzati”, perché questo “allontana la soluzione” mentre si offre “l’alibi a chi deve intervenire di girare la testa dall’altra parte”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>