Provincia, forte calo della coltivazione del “vero” albero di Natale

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

albero CupraGROTTAMMARE – Anche in questo Natale 2016 tante famiglie si trovano a dover scegliere se addobbare la propria casa con un abete vere o un albero di Natale finto. L’abete vero di sicuro crea più atmosfera in casa, ma ogni anno deve essere cambiato e poi si deve trovare un luogo dove piantarlo a fine festività. L’albero sintetico, invece, è una sorta di un investimento a vita, si ripone in soffitta il 6 gennaio, ma di sicuro è molto meno scenografico.
A riguardo la Cia Agricoltori di Ascoli e Fermo segnala un forte calo della coltivazione del “vero” albero di Natale non solo nella nostra provincia, dove si contano circa due aziende vivaistiche che ancora lo coltivano, ma anche a livello nazionale.

La Cia provinciale, dunque, consiglia di acquistare gli alberi veri dai venditori autorizzati, evitando così le piante dalle radici tagliate che non possono più essere ripiantate. Inoltre sono vantaggiosi anche dal punto di vista economico: quelli di dimensioni medie si aggirano sui 15 euro, mentre il prezzo sale sui 30 euro per quelli che superano i due metri di altezza. Per quanto riguarda l’albero sintetico il prezzo oscilla dai 40 ai 50 euro per quelli di altezza di un 1,20 metri circa, il costo aumenta dagli 80 ai 100 euro invece per per quelli che superano i due metri di altezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *