23 dicembre, si ricordano tutti i caduti in mare

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

PortoSAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nel 46esimo anniversario dell’affondamento del motopeschereccio “Rodi”,  venerdì 23 dicembre alle ore 11, sulla banchina di riva nord “Malfizia”, l’Amministrazione comunale di San Benedetto del Tronto tornerà a ricordare tutte le vittime del mare nella commemorazione pubblica intitolata “L’approdo negato”.

Il programma prevede un primo momento in sala consiliare con la cerimonia di donazione alla Città dell’opera “La corda spezzata” di Francesco Colella dedicata alla sciagura del Rodi del 1970. Il quadro sarà esposto nell’atrio della civica sala.

Alle 11, sulla banchina di riva “MALFIZIA”, dinanzi al monumento ”Il mare, il ritorno” di Paolo Annibali, si svolgerà invece la commemorazione ufficiale con gli interventi del sindaco Pasqualino Piunti, del Comandante della Capitaneria di Porto Gennaro Pappacena e della prof.ssa Benedetta Trevisani del Circolo dei Sambenedettesi che incentrerà la sua riflessione sul tema “Il sentimento del sacro tra la gente di mare”.

Successivamente, le autorità si sposteranno al molo nord “Rodi” dove renderanno omaggio alle lapidi che tappezzano il muro frangiflutto del molo nord per tenere viva la memoria dei periti nelle tante tragedie del mare.

L’invito a partecipare è rivolto a tutti cittadini, in particolare alla gente di mare che ricorda così tanti colleghi che, negli anni, hanno perso la vita sul lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *