Mons. Leuzzi a convegno Sindone, “rischio che cristianesimo diventi marginale”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SindoneQuesto convegno “si pone in un contesto problematico che vede la trasformazione del cristianesimo in chiave religiosa e sociale”. Lo ha detto monsignor Lorenzo Leuzzi, delegato per la Pastorale universitaria della diocesi di Roma, intervenuto al convegno internazionale “’Vide e credette’. La sindone, scienza, fede e annuncio del mistero pasquale” che si è aperto ieri a Roma, presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, per iniziativa dell’Istituto Scienza e fede con il patrocinio del vicariato di Roma e in collaborazione con il Centro internazionale di sindonologia di Torino e con il Centro diocesano di sindonologia Giulio Ricci di Roma (fino a domani).
Ha osservato monsignor Leuzzi, “sembra quasi che il cristianesimo stia rispondendo in modo inadeguato alle richieste della società contemporanea, anche se naturalmente ciò accade in modo involontario. Papa Francesco ci parla di cambiamento di un’epoca. Il rischio che si corre è quello che il cristianesimo diventi marginale all’interno della società”. E ha proseguito rivolgendosi agli intervenuti: “Voi siete qui per attingere verità scientifica e storica di questa reliquia ovvero la sindone. La sindone può e deve essere l’elemento di sintesi tra il Gesù della storia e il Gesù della fede. E’ importante questo convegno e il vostro lavoro interdisciplinare per fare in modo che il Gesù pasquale e post- pasquale, ad oggi separati, diventino una cosa sola”. La messa conclusiva, oggi alle 18.30, sarà presieduta dal cardinale Angelo Comastri, vicario generale di Sua Santità per la Città del Vaticano, arciprete della basilica papale di San Pietro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *