usura“Passa anche attraverso l’informazione e la comunicazione la lotta all’usura, legata a filo doppio con tutto ciò che ruota intorno alla criminalità organizzata e all’azzardo. Un fenomeno tanto complesso che annienta la sfera economica, sociale e umana di tante famiglie, ma relegato alle periferie del sistema massmediale”.
Per questo il Consiglio direttivo della Consulta nazionale antiusura “Giovanni Paolo II”, riunitosi nei giorni scorsa a Cassano delle Murge, si rivolge ora alla Federazione dei settimanali cattolici (Fisc) “nell’ottica di fare rete contro un fenomeno tanto dilagante quanto sommerso”. La comunicazione, insieme alla formazione professionale, alle normative in materia di sovrindebitamento e usura (la legge 108/96 e la legge n.3/2012) e all’azzardo, sono tra i principali temi affrontati dal direttivo della Consulta. In una nota pubblicata al termine dei lavori, la Consulta scrive: “Far crescere la diffusione e l’efficacia del messaggio che l’usura è una piaga che annienta la persona nella sua dignità e nelle sue libertà fondamentali tramite testate giornalistiche, che per istituzione sono voci di quelle periferie spesso mediaticamente ignorate o strumentalizzate, quali sono i settimanali cattolici, è una delle fondamentali leve di contrasto all’usura individuata dalla Consulta antiusura”.
La linea condivisa dalla Consulta è la seguente: “Rilanciare le iniziative di prevenzione e contrasto al fenomeno a livello regionale e nazionale in sinergia con le Caritas locali e nazionali e altri organismi impegnati contro la diffusione di questa schiavitù, che sta impoverendo il tessuto economico, sociale e umano del Paese”. All’incontro in Puglia si è discusso anche di corsi di formazione per i volontari delle 28 Fondazioni Antiusura operanti in Italia finalizzati a individuare processi e soluzioni che facilitino l’accesso ai fondi di prevenzione e per le vittime di usura, previsti dall’art. 15 della L. 108/96. Per le 28 Fondazioni Antiusura regionali in Italia, riunite nella Consulta antiusura, presto sarà ufficializzata la protezione dell’apostolo Matteo, che si celebrerà il 21 settembre di ogni anno. Il presidente della Consulta, monsignor Alberto D’Urso, ha reso noto al Consiglio direttivo che la richiesta inoltrata alla Cei di proclamare l’apostolo protettore delle Fondazioni antiusura, è stata approvata.