Il Lido degli Aranci ed Andrea Mingardi protagonisti al cabaret bolognese

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

LidoGROTTAMMARE – Da sempre il capoluogo felsineo anticipa ed esprime l’avanguardia dell’arte italiana; nasce da qui l’appellativo  Bologna “la dotta” volto ad affermare l’eccellenza culturale insita nei suoi abitanti.

L’umorismo italiano ne è esempio, trovando da sempre terreno fertile nei locali della città delle cento torri.

Francesco Guccini, Gigi&Andrea, Giuseppe Giacobazzi e Fabio De Luigi: grandi show man del nostro tempo che proprio grazie al cabaret in Emilia debuttarono nel mondo dello spettacolo italiano.

Riscoprendo questa prestigiosa tradizione la show girl Silvia Parma ha rifondato l’arte della risata bolognese, ideando il festival “Ridan a Bologna” in collaborazione con l’Associazione Lido degli Aranci.

Nella giornata di Domenica 27 Novembre, il locale Labend ha visto la partecipazione della storica realtà grottammarese in veste di giurata di qualità, grazie  alla sua trentennale esperienza nel mondo del cabaret italiano.

Nutrita la rosa dei giurati alla sesta edizione del concorso per promesse dell’umorismo, fra tutti  il noto cantautore Andrea Mingardi.

L’artista che vanta indimenticabili partecipazioni al Festivalbar e Sanremo, nonché un brillante rapporto autoriale con la grande Mina, ha deliziato il pubblico presente in sala con il meglio del suo repertorio musicale: successi del calibro di “Sogno”, “Stringimi” e “Con un amico vicino”.

Insieme agli amici grottammaresi ha decretato la vittoria del giovane Ciro Cavallo , cabarettista toscano che ha trionfato grazie all’ originale perfomance di un mimo gigolò.

Sul podio Luca Giardullo da Cesena e Stefano Tosoni, brillante comico marchigiano di Porto San Giorgio.

In giuria la gradita presenza dell’attore Ettore Pancaldi, del patron di 7 Gold Maurizio Bergonzoni e del grande comico Pippo Santanastaso, indimenticabile perfomer nella commedia cinematografica anni ottanta in successi come “Asso” al fianco di Celentano, “Pappa&Ciccia” e “Spaghetti a Mezzanotte” con Lino Banfi.

Soddisfazione da parte degli associati Alessandro Ciarrocchi, Giuseppe Cameli, Floriano Tavoletti e Luigi Scartozzi presenti alla kermesse: ” Il festival cabaret amoremio è davvero un esempio per l’universo umoristico italiano. Non smetteremo mai di promuovere l ‘eccellenza artistica della perla dell’adriatico e condividerne la sua brillante longevità.

Ringraziamo il Sindaco Enrico Piergallini ed il patron Enzo Iacchetti, che non smettono mai di sostenerci e motivarci nelle tournée ai templi dell’arte italiana.”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>