Il grande cuore dei Grottammaresi a favore dei terremotati

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

TerremotoGROTTAMMARE – Bus e mensa gratuiti per i bambini terremotati che frequentano le scuole cittadine. Lo ha stabilito la giunta comunale, che ritiene “doveroso sostenere le popolazioni colpite dal sisma anche con azioni dirette nei confronti dei cittadini ospitati nel nostro Comune”, si legge nel documento approvato nei giorni scorsi.

La decisione riguarda al momento 8 bambini che sono stati inseriti recentemente in varie classi, a partire dalla scuola dell’infanzia fino alla secondaria.

Intanto, raggiunge quota 630 il numero delle persone sistemate nelle strutture alberghiere grottammaresi a causa dell’inagibilità delle proprie abitazioni. Il numero non comprende quanti hanno optato per sistemazioni autonome ed è in continuo aggiornamento.

Diverse sono le provenienze: tutte comunque sono ricomprese nel “cratere” del sisma, con l’eccezione di 10 persone componenti dei 4 nuclei familiari residenti a Grottammare sfollati dalle proprie dimore dopo la scossa del 30 ottobre.

“Aver messo a disposizione certi servizi indispensabili è importante per includere nel nostro tessuto sociale le persone ospiti nella nostra città a causa del sisma – fa notare l’assessore all’Inclusività sociale, Clarita Baldoni -. Non vorremmo che rimanessero solo degli ospiti, ma appunto vorremmo che, con le iniziative e la collaborazione di tutti, si sentissero un po’ a casa. Frequentare la scuola, per i ragazzi, potrebbe essere un passo verso il recupero della normalità”.

La Città di Grottammare è sin dal primo momento impegnata nell’aiuto delle popolazioni vittime degli eventi sismici, anche direttamente tramite i volontari della Protezione civile comunale e i propri dipendenti tecnici e amministrativi.

In questo momento, che la fase dell’emergenza cede il posto a quella dell’accoglienza, oltre alla presa in carico dei costi scolastici da parte dell’amministrazione, anche la comunità locale si sta mobilitando e, con il coordinamento dell’assessorato all’Inclusività sociale, è nato spontaneamente un gruppo di coordinamento per gestire in maniera unitaria informazioni e iniziative che vanno dall’assistenza sanitaria a quella morale, fino a eventi di animazione e intrattenimento.
Ne fanno parte tante realtà di volontariato locale come la Protezione Civile, la Misericordia di Grottammare, la Caritas, le parrocchie e i giovani Agesci.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>