A San Benedetto è suonata la campanella anche per i bambini di Arquata

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

ScuolaSAN BENEDETTO DEL TRONTO – I bambini di Arquata del Tronto, ieri, lunedì 14 novembre sono entrati per la prima volta nelle loro nuove aule in viale Ulpiani a San Benedetto del Tronto.

Presenti in questo giorno importante il Sindaco di San Benedetto del Tronto Pasqualino Piunti, il Sindaco di Arquata del Tronto Aleandro Petrucci, il consigliere regionale Fabio Urbinati.

“Iniziamo con entusiasmo e insieme, in un luogo accogliente e con i nostri insegnanti”. Così l’Assessore Bravi ha voluto portare il saluto della Giunta regionale ai bambini e ragazzi della materna, elementare e medie che frequenteranno, a causa del terremoto, la scuola ex Curzi di Via Ulpiani 136 di San Benedetto. “Nei momenti drammatici vissuti – ha proseguito l’assessore – anche tornare a scuola chiede impegno, determinazione, pazienza e fatica. Il terremoto ci ha resi impotenti, ma ognuno di noi è chiamato a fare la sua parte”. Poi la Bravi ha citato un passaggio della favola del pensieroso topolino Federico, di Leo Lionni, che, a differenza degli altri fratelli topolini, raccoglieva suoni, odori, colori per tenere viva la memoria, allo scopo di far comprendere loro che la sinergia e l’impegno sono vincenti in qualsiasi situazione. “Il progetto realizzato da Arquata del Tronto, che ha visto confluire gli studenti a San Benedetto, mantenendo gli stessi bambini e insegnanti, è un’esperienza che potrebbe essere ripetuta da altre comunità ospitate lungo la costa. La Regione Marche è impegnata a favorire la realizzazione di queste esperienze in maniera diffusa che permettono di rivivere una quotidianità, nell’ottica della serenità e della continuità didattica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *