“Jorge Mario Bergoglio-Papa Francesco”: mons. Cupich (Chicago), “non separare l’azione pastorale dalla contemplazione spirituale”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Papa“Papa Francesco è fedele alla storia: questa è già una lezione di ministero”. Ne è convinto monsignor Blase Jopseph Cupich, arcivescovo di Chicago, che il 19 novembre riceverà la berretta cardinalizia nel prossimo Concistoro. Intervenuto alla presentazione del volume “Jorge Mario Bergoglio-Papa Francesco. Nei tuoi occhi è la mia parola”, il presule ha fatto notare come l’intervista con padre Spadaro in esso contenuta “rivela il cuore di Papa Francesco, aiutandoci a capire l’uomo dietro le omelie e i discorsi”. Nei 14 anni di ministero episcopale narrati nel libro edito da Rizzoli, “non ho cercato né trovato teorie o tecniche pastorali, ma vita vissuta, esperienza, saggezza”, ha attestato Cupich, enucleando dalle pagine di Bergoglio “cinque modelli di vescovo: formatore di formatori; annunciatore profondo di giustizia e vita; servo della comunione ecclesiale; servo che serve il suo popolo direttamente; servitore di Gesù Cristo che trova Dio nel cuore del suo servizio ministeriale”. “È la spiritualità apostolica di Papa Francesco”, ha fatto notare il vescovo a proposito di quest’ultimo punto: “La gente ha su di lui un forte potere trasformante. Noi vescovi dobbiamo imparare da lui a non separare l’azione pastorale dalla contemplazione spirituale”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>