Provincia, grande interesse per il convegno “La salute del bambino e il ruolo dell’operatore”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

ConfindustriaPROVINCIA – “La salute del bambino e il ruolo dell’operatore” è il titolo del convegno che si è tenuto sabato 22 ottobre con il patrocinio del Ministero della Salute nell’ambito del progetto famigliedicuore, promosso da AFNonlus e unafamigliapertutti onlus in collaborazione con la Fondazione Carisap.  Per la prima volta il nostro territorio ha accolto un convegno medico-scientifico centrato su un tema apparentemente di nicchia ma che si è invece rivelato sorprendentemente universale e a forte valenza sociale. Sono intervenute personalità di primo piano nel panorama nazionale che sono attualmente di riferimento in questo settore: ciascuno dal proprio punto di osservazione ha riferito sugli aspetti medici, psicologici e relazionali dell’istituto dell’adozione e più in generale dell’accoglienza dei minori  “delicati”.

Nella Sala degli Specchi di Confindustria, operatori delle varie discipline e professioni sanitarie e assistenti sociali ma anche  famiglie: oltre 120 i partecipanti che per circa sei ore hanno vissuto intensamente un’esperienza che è andata al di là di un comune aggiornamento professionale in quanto ha proposto un modello innovativo  per il “benessere” dei minori adottati, di altre etnie, migranti, vittime di violenze …… , insomma di tutti quei figli che portano in sé ferite profonde.

Un modello che si propone di  coniugare gli aspetti strettamente clinici con quelli relazionali attraverso la creazione di una rete virtuosa e “collaborante” tra professionisti, istituzioni e famiglie.  In sintesi  “insieme si può” e “insieme è meglio”.

Si è trattato quindi di un convegno, seguito anche in diretta streaming da operatori e famiglie in vari punti di ascolto sul territorio nazionale, di alto valore dal punto di vista professionale ma anche dalla forte impronta sociale: il “prendersi cura” è una categoria che appartiene sì al mondo della salute ma è anche il fondamento imprescindibile per l’affermazione di una cultura dell’accoglienza e della gratuità.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>