Montalto Marche, la città ripara l’edicola Mariana dopo l’atto sacrilego

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

AttoDi lauretanum

MONTALTO DELLE MARCHE – Lungo la Strada Provinciale Cuprense, che corre da Grottammare a Rotella, lungo il crinale cosiddetto “Sistino”, proprio nel tratto che va da Montalto delle Marche a Montedinove, quasi al confine tra i due Comuni, ma ancora su territorio montaltese, si erge sul lato destro di chi sale verso l’antica Novana, un’edicola mariana del secolo XIX. Domenico Mori, detto Mimì, Capomastro, alla fine dell’Ottocento chiese all’Architetto Giuseppe Sacconi il disegno per un’edicola sacra da realizzare sulla sua proprietà, a ridosso della strada.
Alla fine del 1800 lo stesso Capomastro Mori, seguendo il progetto redatto dal Sacconi (1854-1905) realizzò l’edicola votiva di sua proprietà.
L’edicola votiva si trova vicino al Convento di San Francesco delle Fratte, antico e famoso Convento francescano del Sud delle Marche, dove sarebbe testimoniato il passaggio dello stesso San Francesco, e dove sicuramente studiò Fra Felice Peretti, quando negli anni trenta del secolo XVI iniziava la sua formazione alla vita religiosa e al Sacerdozio. Le cose cambiano con l’avvento del secolo XX, quando nel 1933 il Commendatore Davide Ciampini acquista il convento dai Frati Minori Conventuali, e diventa proprietario anche dell’edicola. Nel 1976 l’edicola votiva di proprietà dell’Avvocato Davide Ciampini passa al nipote Gerardo Vatielli, che insieme alla moglie, Lia De Laurentis, ha sempre custodito la stessa, permettendone la devozione ininterrotta da parte dei passanti, che volentieri sostano dinnanzi all’immagine.
Purtroppo, come già avvenuto per un’altra edicola, poco distante da questa, nel territorio di Montedinove, l’immagine della Madonna nei giorni passati è stata oggetto di un atto sacrilego di profanazione, che ha portato addirittura alla distruzione dell’immagine mariana e al danneggiamento dell’edicola.
Il Primo Cittadino della Città sistina, Professor Raffaele Tassotti, ha tempestivamente provveduto alla riparazione dell’edicola nelle ore seguenti il sacrilegio, e ha procurato anche, a nome della Cittadinanza tutta, una nuova immagine della Madonna che, Sabato 15 ottobre p. v., nella mattinata, al termine della Santa Messa per l’inizio dell’Anno scolastico delle Scuole Primaria e Secondaria di primo grado di Montalto, sarà benedetta e accompagnata, con un corteo di studenti, fino al luogo della sua custodia, dove è volontà comune che essa possa restare a vegliare e proteggere il cammino di ciascuno.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>