Monteprandone, grande gioia per Don Alfonso nei suoi 25 anni di ordinazione sacerdotale

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Don Alfonso Don Alfonso2MONTEPRANDONE - In occasione dei 30 anni della diocesi don Alfonso Rosati parroco della comunità del S.Cuore di Centobuchi, ha voluto anticipare di qualche settimana il suo 25°anno di ordinazione sacerdotale.

Approfittando della presenza di mons. Giuseppe Chiaretti primo vescovo che lo ha ordinato sacerdote nel 1991, don Alfonso ha voluto festeggiare il suo primo quarto di secolo.
Nulla di eclatante come è nel suo stile: una Santa Messa per dire il proprio grazie al Signore.
Venerdi sera in tanti hanno voluto condividere con lui la gioia del sacerdozio.

Oltre a Mons Chiaretti che ha presieduto la S.Messa erano presenti i genitori Marcello e Viviana e don Pio il parroco che lo ha battezzato.

Nella sua omelia Mons.Chiaretti ha ribadito più volte di come “Dio riesca a scrivere anche sulle nostre righe storte” invitando don Alfonso a fidarsi del signore ed andare avanti anche nelle difficoltà.
Ha poi raccontato alcuni aneddoti inediti sulla sua vita da sacerdote che hanno calamitato l’attenzione di tutti.

Don Alfonso, visibilmente emozionato ha ripercorso le tappe del suo sacerdozio: 25 anni a servizio di diverse comunità parrocchiali: Rotella, Montelparo, Centobuchi come vice parroco, Fosso dei Galli e Centobuchi come parroco.

“Sono contento di essere qui e condividere con tutti voi questo momento- ha affermato. Un’occasione per ritrovarci e fare festa insieme”.Quello stare insieme come in una grande famiglia, e la condivisone che hanno guidato fino ad ora il suo mandato e che gli hanno permesso di lasciare il segno dovunque è stato. (Paola Travaglini)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>