A Offida un autunno all’insegna del teatro amatoriale con il 2ndo festival nazionale

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Offida teatro amatoriale

OFFIDA – Anche quest’anno Offida è la capitale nazionale del Teatro Amatoriale. Fino all’8 dicembre sette compagnie del nostro Paese si contenderanno il secondo Festival Nazionale di Teatro Amatoriale Serpente Aureo Città di Offida. Scopriamole insieme.

DOMENICA 25 SETTEMBRE si è esibita la Compagnia Teatrale “Fabiano Valenti” di Treia (MC), una compagnia specializzata nel teatro comico in dialetto maceratese, capace di conquistare  ben tre premi alla “Guglia d’oro” di Agugliano (Ancona): migliore sceneggiatura, migliore attore promettente e migliore attrice promettente. La compagnia Valenti si è esibita con “PIU’ DE LA’ CHE DE QUA“, una libera rivisitazione in dialetto maceratese di due testi di Molière che sono stati inglobati in un’unica commedia: “L’avaro” e “Il malato immaginario”. 

SABATO 1 OTTOBRE alle ore 21.15 sarà il turno della Compagnia dell’Eclissi di Salerno. La compagnia ha partecipato lo scorso anno alla prima edizione del Festival Serpente Aureo, ottenendo il premio per la miglior scenografia. Vanta un curriculum densissimo di riconoscimenti ed è in prima persona organizzatrice del Festival nazionale “Teatro XS”, che ospita ogni anno le compagnie amatoriali più blasonate d’Italia.  La compagnia campana si esibirà con “O DI UNO O DI NESSUNO”, un dramma di Luigi Pirandello.

L’Alto Adige sarà rappresentato SABATO 15 OTTOBRE alle ore 21.15 con il Piccolo Teatro “Mario Tartarotti” di Merano (BZ). La compagnia ha partecipato come finalista a diversi concorsi nazionali, come il Festival di Sirmione e la rassegna “TeatriaMerano” della UILT e presenterà “A TAVOLA OVVERO….UNA CENA IMPOSSIBILE”: un parigino cenone di Natale, all’insegna di false e grottesche superstizioni e arcaici tradimenti.

DOMENICA 30 OTTOBRE alle ore 17.15 si esibirà l’Associazione Culturale C.T.R. Calabresi Te.Ma Riuniti di Macerata, attiva da più di 50 anni nel territorio maceratese con esperienze anche internazionali. Parallelamente all’attività teatrale, collabora con le scuole e l’università e si occupa dell’allestimento del Festival nazionale “Macerata a teatro Premio Angelo Perugini”, che è giunto quest’anno alla 48° edizione. I componenti presenteranno “IL BERRETTO A SONAGLI”: è una delle opere più note e più rappresentate di Luigi Pirandello.

SABATO 12 NOVEMBRE alle ore 21.15 ritornerà la Campania con la Compagnia Teatrale Stabile Nolana Pipariello di Nola (NA) in “Fatemi Capire”, commedia in napoletano scritta dallo stesso fondatore della compagnia, in sintesi un travagliato ritorno alla normalità del protagonista, Vincenzo Stordillo, risvegliatosi dopo un decennio di coma.

DOMENICA 27 NOVEMBRE alle ore 17.15 sarà il turno della compagnia Il Teatraccio di Grosseto con “IL PAPOCCHIO, OSSIA LA QUESTIONE SETTENTRIONALE”. Non sarà il turno della Toscana, bensì di una terza compagnia campana. Infatti, la compagnia nasce a Grosseto nel 1985 con l’intento di far conoscere la cultura napoletana in toscana.  Con quest’opera si affronta, così, in chiave umoristica, la spinosa questione dell’incompiuta unificazione dell’Italia, passando da sospetti e piccole beghe familiari alle incomprensioni culturali profonde esistenti tra due sposi, capaci di comunicare davvero soltanto parlando di calcio o di sesso.

SABATO 3 DICEMBRE alle ore 21.15 si esibirà la Compagnia Teatrale La Betulla di Nave (BS), città natale del nostro Vescovo Carlo Bresciani, con “SOTTO UN PONTE LUNGO UN FIUME”, la storia di un uomo e della sua anziana madre che hanno scelto di vivere in povertà come barboni, a dispetto di una situazione agiata, tipica del grande imprenditore lombardo. Una commedia incentrata sul tema e sulla figura centrale della madre.

GIOVEDI’ 8 DICEMBRE alle ore 17.15 si svolgerà la serata di premiazione del festival. L’apertura vedrà uno spettacolo teatrale fuori concorso della Compagnia Accademia Creativa di Città di Castello (PG) (compagnia non amatoriale ma professionista), che si esibirà nell’opera “LA RIDICULA HISTORIA DE PULCINELLA CORNUTO IMMAGINARIO”. 

Verranno poi consegnati il Premio Festival Serpente Aureo al migliore spettacolo e i premi dedicati alla miglior regia, alla miglior scenografia, al miglior attore protagonista e alla miglior attrice protagonista, all’attore (o attrice) non protagonista e del gradimento del pubblico. Un ulteriore premio porta il nome di Franco Travaglini, personaggio storico e caratterista del Gruppo Amici dell’Arte (realtà associativa organizzatrice dell’evento) scomparso qualche anno or sono.

Due saranno le giurie che decreteranno i vincitori: la giuria tecnica e quella popolare, composta dagli spettatori paganti che ammireranno le fatiche delle compagnie nella magnifica cornice del Teatro Serpente Aureo, capolavoro del Maggi. Il primo premio assoluto “Festival Serpente Aureo” consisterà in un pezzo a tombolo raffigurante il logo del festival, che sarà realizzato dall’associazione “Il Merletto di Offida”.

Le sette compagnie sono state scelte tra ben 59 che hanno scelto di tentare di entrare nel proscenio del Teatro Serpente Aureo. Gli organizzatori auspicano un aumento del numero di abbonamenti, che potrebbe raggiungere quota 110.

Tutte le informazioni le potete trovare sulla pagina Facebook “Compagnia Teatrale Gada Offida”. I prezzi del biglietto ammontano a 6 Euro per l’intero e 5 Euro per il ridotto e a 40 Euro per gli abbonamenti.

Appuntamento da non perdere a Offida, alla scoperta del teatro amatoriale e delle passioni di uomini e amanti dell’arte del nord, del centro e del sud dello Stivale.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>