Scuola Grottammare: oltre 1400 scolari attesi in classe

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

ScuolaGROTTAMMARE Giovedì 15 settembre, la campanella delle scuole  cittadine suonerà per 1439 alunni: 106 frequenteranno il primo anno della scuola dell’obbligo (Primaria), mentre 131 accederanno al primo livello della Secondaria. I plessi scolastici  in cui si divide l’Istituto comprensivo Leopardi sono cinque, ai quali è stata aggiunta la sede provvisoria della Biblioteca comunale, al cui interno troveranno posto momentaneamente alcune classi provenienti dalla Scuola Speranza, per importanti lavori di messa a norma di quell’edificio.

La Scuola dell’Infanzia conta 383 bambini, per un totale di 15 classi suddivise in tre plessi: plesso via Battisti (221), Zona Ascolani (82) e zona Ischia (80); sono 30, invece, le classi della Primaria, per un totale di 646 bambini distribuiti tra il plesso Speranza (430, dato comprensivo delle 10 scolaresche trasferite momentaneamente altrove), quello di Zona Ascolani (104) e il plesso Ischia (112); 19 le classi della Secondaria di primo grado, per un totale di 410 ragazzi, ripartiti tra la sede centrale di via Toscanini (277) e di Zona Ascolani (133).

La novità dell’a.s. 206/2017 riguarda il trasferimento di dieci scolaresche occupanti il lato est della Primaria Speranza in altre sedi per permettere lavori di consolidamento di una porzione di solai dei piani rialzato e primo:   le classi 1ª B, 4ª B, 1ª C, 4ª C, 5ª C e 2ª D saranno accolte nel plesso di via Toscanini; le classi  3ª C, 3ª D, 3ª E, e 5ª D inizieranno l’anno didattico nella biblioteca comunale (foto in allegato). Per questo motivo, la biblioteca riaprirà i battenti ad ottobre. I lavori da fare sono emersi nel corso dell’estate, a seguito di una verifica dei solai, resa possibile da specifici fondi stanziati dal MIUR per tutte le scuole d’Italia.

In merito allo stato “post sisma” degli edifici scolastici, inoltre, il rapporto delle visite effettuate il 9 settembre  dai tecnici della Protezione civile ha confermato il risultato del sopralluogo dei tecnici comunali il giorno seguente al terremoto del 24 agosto: le sedi che accolgono gli scolari grottammaresi sono risultate agibili. Il controllo è stato esteso anche al palazzo della biblioteca comunale, in considerazione del fatto che ospiterà temporaneamente l’attività scolastica di alcune classi.

“Tutto è pronto – commenta il sindaco Enrico Piergallini – L’anno scolastico potrà iniziare senza nessuno stravolgimento, vista la necessaria verifica sulla agibilità degli edifici scolastici compiuta dalla Protezione civile, che ringraziamo infinitamente per lo sforzo che sta compiendo dedicando tempo anche alle zone lontane dalla tragedia del sisma. In merito al trasferimento di alcune classi della scuola Speranza, è anche bello pensare che per un po’ di tempo alcuni alunni delle nostre scuole faranno lezione circondati dai libri della biblioteca comunale. Quale miglior augurio per il nostro futuro?”.

Le mense scolastiche riapriranno il 22 settembre. Il costo del servizio è invariato rispetto allo scorso anno e fa distinzione tra residenti e non (3,50/4,55 €), con riduzioni per il secondo figlio (2,45/3,20 €) e dal terzo figlio in poi (1,75/2,30 €). L’accesso alle riduzioni è stato ampliato, fissando il tetto ISEE a 15000 € (in precedenza era stabilito a 13.000).

Il servizio di scuolabus è attivo dal primo giorno di scuola. Anche in questo caso, non ci sono novità per le famiglie. Il costo distingue il servizio completo A/R da una sola tratta (A o R) e  tiene conto dell’ISEE: 36/36 € (inferiore a 6000 €); 90/60 € (da 6001 a 10.000 €), 180/120 € (superiore a 10.000 €); riduzione del 50% per il secondo figlio e del 75% per il terzo figlio in poi.

Per le famiglie affidatarie di minori, la giunta comunale ha stabilito che il servizio mensa e il servizio scuolabus sono gratuiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *