Azione cattolica San Benedetto: “A noi la parola”, iniziato a Roma il Festival dei ragazzi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

“L’idea del Festival nasce dall’esigenza di rinnovare e confermare quella scelta che l’Azione cattolica compì dopo il Concilio e che ancora oggi porta avanti giorno dopo giorno: mettere al centro i bambini e i ragazzi e accompagnarli a essere protagonisti capaci, a loro misura, di portare un contributo originale alla vita della Chiesa e del Paese”.

Ha preso avvio ieri “A noi la parola”, il Festival dei ragazzi che si svolge a Roma promosso dall’Azione cattolica.
Si tratta di un “momento di sintesi di un percorso di studio e confronto su alcuni temi della Dottrina sociale della Chiesa che per circa un anno ha coinvolto tutti i bambini e i ragazzi dell’Acr delle parrocchie e diocesi italiane”. “Dal Nord e dal Sud Italia e da alcune Ac del mondo (Romania, Albania, Spagna, Argentina, Malta, Terra Santa) un cantiere di volti, voci e storie colorerà Roma di quella Chiesa ‘in uscita’ sognata e proposta da Papa Francesco”. Presente anche una delegazione della nostra diocesi.

8 ragazziIeri pomeriggio, con inizio alle ore 15.30, presso il “Camping Village Roma” i bambini e i ragazzi hanno vissuto un momento di incontro e confronto “sui temi della salvaguardia del Creato, della famiglia e della partecipazione alla costruzione del bene comune”. Oggi, sabato 10 settembre, alle ore 15.30, presso l’Aula Paolo VI in Vaticano, sarà “l’occasione perché la voce dei bambini e dei ragazzi” (ne sono attesi oltre un migliaio in rappresentanza delle decine di migliaia dell’Acr) “giunga a coloro che a vario titolo ricoprono responsabilità in ambito civile ed ecclesiale”.

“A noi la parola”, spiegano i responsabili nazionali Acr, vuole essere dunque il “momento e lo spazio privilegiato per il racconto e il dialogo dei bambini e dei ragazzi” con mons. Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, che ascolterà e accoglierà la voce dei piccoli a nome di tutti i vescovi italiani; Virginia Raggi che nella qualità di sindaco di Roma sarà espressione per i ragazzi delle amministrazioni locali. Vescovo e sindaco, infatti, nell’esperienza dei ragazzi “sono le figure di responsabilità ecclesiale e civile più prossime. Filomena Albano si porrà in ascolto delle attese, dei sogni e delle intuizioni dei piccoli come Autorità garante dell’infanzia e dell’adolescenza; Matteo Truffelli, presidente nazionale dell’Ac, rinnoverà l’impegno educativo e formativo dell’associazione verso i bambini e i ragazzi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>