Erosione marina Grottammare, la Regione assegna i fondi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

PiergalliniGROTTAMMARE

Grottammare è tra i comuni assegnatari di contributi regionali per la difesa della costa: entro la fine dell’anno dovranno essere presentati i progetti di intervento. L’amministrazione comunale sta valutando le priorità, per impiegare efficacemente le risorse messe a disposizione dalla Regione Marche attraverso due distinti canali di finanziamento.

Il primo corrisponde a un contributo diretto di 78.571,17 € (linea di intervento A decreto nr. 167) assegnato per la realizzazione di interventi di difesa della costa e mantenimento degli arenili di tutti i 23 comuni costieri marchigiani (ripartizione dei 2 milioni di euro stanziati).

Il secondo è collegato a risorse stanziate con un bando di compartecipazione  finanziaria (linea di intervento B, decreto nr. 166) che valuterà progetti per la difesa della costa da attuarsi tramite opere rigide: tra i criteri previsti vi è l’obbligo di un cofinanziamento pari ad almeno il 50%, con premialità per i progetti che ne prevedono almeno il 70% e si riferiscano ad interventi che contemplino  la difesa di strutture di civile abitazione o di infrastrutture pubbliche.

In entrambi i casi, i decreti di assegnazione sono stati emanati lo scorso 30 agosto e i Comuni hanno tempo 90 giorni per presentare le domande, complete di pareri e autorizzazioni.

“Ringraziamo la Regione per questo significativo contributo – dichiara il sindaco Enrico Piergallini -. Se aggiungiamo ad esso la quota di compartecipazione comunale prevista, avremo una cifra utile per difendere il tratto di costa tra Grottammare e Cupra, quello che negli ultimi anni è stato soggetto ai fenomeni erosivi più gravi. Questo intervento che si realizzerà nel 2017 si va ad aggiungere agli interventi che abbiamo già compiuto quest’anno e l’anno scorso. In questo modo dovremmo riuscire a coprire tutta la lunghezza della pista ciclabile o quantomeno le porzioni di essa più esposte ai danneggiamenti”.

Per quanto riguarda la costa cittadina, le necessità sono localizzate lungo la pista ciclopedonale nord GrottammareCupra Marittima, nei tratti di scogliere radente esclusi dai recenti lavori straordinari di inizio estate, e sul belvedere nei pressi della foce del torrente Tesino, anche in questo caso, nelle sezioni di balconata non interessate da interventi di manutenzione recenti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>