“Ultime conversazioni”: il 9 settembre in libreria il testamento spirituale di Benedetto XVI

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

zenitZenit

Si intitola “Ultime conversazioni” il libro-intervista di Benedetto XVI scritto con l’amico Peter Seewald, che uscirà venerdì prossimo, 9 settembre, in contemporanea internazionale (in Italia in libreria con Garzanti e in edicola con il Corriere della Sera). Un volume nel quale il Papa emerito racconta le tappe che hanno segnato la sua vita, sino alla storica decisione delle dimissioni nel 2013.

“Queste Ultime conversazioni – spiega la scheda del libro – rappresentano il testamento spirituale, il lascito intimo e personale del Papa che più di ogni altro è riuscito ad attirare l’attenzione sia dei fedeli sia dei non credenti sul ruolo della Chiesa nel mondo contemporaneo. Indimenticabile resta la scelta di abbandonare il pontificato e di rinunciare al potere: un gesto senza precedenti e destinato a cambiare per sempre il corso della storia”.

“Nella sua lunga intervista con Peter Seewald – annota la scheda del volume già richiestissimo nelle librerie – il Papa affronta per la prima volta i tormenti, la commozione e i duri momenti che hanno preceduto le sue dimissioni; ma risponde anche, con sorprendente sincerità, alle tante domande sulla sua vita pubblica e privata: la carriera di teologo di successo e l’amicizia con Giovanni Paolo II, i giorni del Concilio Vaticano e l’elezione al papato, gli scandali degli abusi sessuali del clero e i complotti di Vatileaks”.

Non è la prima volta che Joseph Ratzinger firma un volume con Peter Seewald, scrittore e giornalista tedesco: nel 1996 era uscito Sale della terra, seguito da Dio e il mondo del 2000 eLuce dal mondo nel 2010.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>