Siria: Iacomini (portavoce Unicef Italia), “ad Aleppo condizioni disperate per 133mila bambini”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Siria

SIRIA – “Aleppo è sotto assedio perpetuo e migliaia di bambini continuano a vivere in condizioni disperate. I raid aerei sono tornati ad essere intensi”: lo dichiara Andrea Iacomini, portavoce dell’Unicef Italia. “Più di un mese fa – prosegue Iacomini – avevo denunciato che 1,2 milioni di bambini nel Governatorato di Aleppo avevano urgente bisogno di assistenza umanitaria. Oggi a causa degli scontri 300mila persone, di cui circa 133mila bambini, sono sotto assedio e completamente isolati a causa dell’impossibilità di fornire aiuti umanitari di qualsiasi genere. Sono circa 1,5 milioni le persone, tra cui almeno 660mila bambini, che vivono in zone difficili da raggiungere tra il governatorato e la città di Aleppo, cifre impressionanti”. Il portavoce dell’Unicef Italia ricorda: “Questa guerra da 5 anni è concausa della grave situazione di instabilità internazionale, migrazioni di massa, innocenti morti in mare, attacchi terroristici e molto altro. La comunità internazionale deve trovare una soluzione diplomatica urgente, riscoprire il valore supremo del dialogo o sarà una catastrofe” . “Sembra di assistere – conclude  – al triste ritornello della canzone di Branduardi ‘Alla fiera dell’est’, dove sempre più attori interni ed esterni contribuiscono a tenere la Siria, il suo popolo e i suoi bambini inermi in condizioni disastrose”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *