Concerto di Polifonia a Montelparo: che successo!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

di Giuseppe Mariucci.

MONTELPARO – Il pomeriggio trascorso nella splendida cornice del Santuario di Santa Maria in Camurano, con i cori Domenico Alaleona, di Montegiorgio, e Holme Valley Singers, dello Yorkshire, (UK) è stato veramente unico ed esaltante! Il concerto di Polifonia Sacra e profana proposto dalle corali HOLME VALLEY SINGERS (Yorkshire-UK) e DOMENICO ALAELEONA di Montegiorgio, ha fatto letteralmente trattenere il respiro al numeroso pubblico presente!

L’incontro ha permesso di far conoscere al pubblico italiano e britannico (ambedue attenti e commossi) le attività e la storia della Casa della Memoria di Servigliano, la pluriennale collaborazione con la WW2 Escape Lines e il Monte San Martino Trust di Londra, le ricerche di Anne Copley, e le storie di Sidney Seimour Smith, Sidney Swinger e Robert Hill.

Presentato dal Presidente dell’Associazione Culturale IL MURELLO Giuseppe Mariucci (con traduzione simultanea in inglese effettuata da Ian Mc Carthy), che ha accennato alle origini francescane del monumento (1259 la “pinturetta”-1549 la chiesa), e la presenza essenziale di Paolo Giunta La Spada (per il ricordo di Sidney Seymour Smith assassinato vicino al Santuario dai nazifascisti nel marzo del 1944) l’evento ha avuto un’attenzione massima da tutti i presenti (moltissimi i turisti inglesi residenti da queste parti). Il presidente Mariucci ha, tra l’altro, affermato: “Quando la corale di Montegiorgio mesi fa, parlando con gli amici della corale Petrocchini di Montelparo, propose di effettuare un concerto in una delle tante bellissime e storiche chiese di Montelparo, venne in mente, in considerazione anche della presenza della corale Britannica,  che lo scenario più adeguato all’evento fosse proprio questo luogo in cui siamo ora: la Chiesa di Santa Maria in Camurano! La valenza storica e artistica di questo luogo risulta evidente soltanto osservando quanto abbiamo davanti ai nostri occhi! Non voglio appesantirvi e annoiarvi troppo con questioni artistiche, storiche e tecniche visto che siamo qui per ascoltare i meravigliosi canti! Per esse, tra l’altro, servirebbe ben altro che non la mia persona. Voglio solo potervi spiegare le origini del luogo in cui ci troviamo in questo momento.

La costruzione della chiesa risale, secondo gli storici, al 1549 (la data è ben visibile qui sulla cappellina).  Secondo lo storico Pastori fu questo il primo luogo solitario dei Frati Minori Francescani il cui insediamento risalirebbe addirittura al 1259 con la costruzione proprio di questa “Pinturetta”.  La chiesa prese invece la forma attuale (con la realizzazione  degli affreschi) appunto nel 1549. All’esterno fu costruito anche un piccolo convento, i cui resti sono evidenti all’esterno, che era collegato con essa dalla parte dell’abside. Qui viene ancora celebrato il mese di Maggio, in onore della Madonna con la recita serale del rosario e la Messa settimanale, con la partecipazione di tantissimi fedeli anche del centro abitato. E qui si celebra ancora, per l’8 settembre, la ricorrenza della natività di Maria con rievocazioni storiche quali l’offerta in costume delle “canestrelle”! A pochi passi da qui, poi, e’ anche presente il memoriale dedicato al soldato britannico Prigioniero di Guerra Sidney Seymour Smith assassinato dai nazifascisti nel marzo del 1944: molti di voi, scendendo dall’abitato, lo avranno notato alla vostra sinistra.”

Terminata questa breve, ma doverosa presentazione del monumento, è stata quindi la volta delle Corali che, chiamate in ribalta, hanno dato prova di tutto il loro valore attirando la massima attenzione del pubblico! Alcuni pezzi sono stati eseguiti, con grande fascino e bravura da parte degli esecutori, insieme dagli oltre 50 componenti delle due corali:

Alla fine il Sindaco di Montelparo, Marino Screpanti, dopo alcune parole di commiato, ha donato agli ospiti alcuni testi che potranno ricordare il nostro paese! Un grande grazie va a Cristina Franca per l’impegno veramente strepitoso, a Ferracuti Letizia che, pur assente per lavoro, non aveva tralasciato di collaborare affinché la serata avesse l’epilogo che ha avuto e a Cristian Mostardi Cristian per i contatti con le corali e il servizio fotografico e i filmati!

Da segnalare, tra i coristi di Montegiorgio, la gradita presenza del nostro compaesano Andrea Funari.

Un pomeriggio impegnativo e di grande soddisfazione come da tempo, a Montelparo, non se ne organizzavano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *