Porto d’Ascoli, scoperto uno scantinato pieno di merce contraffatta

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

San Benedetto del Tronto

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nel corso di un servizio congiunto per il contrasto dell’abusivismo commerciale, nel pomeriggio di venerdì 22 luglio, operatori della Polizia Municipale di San Benedetto del Tronto, insieme a personale della Capitaneria di Porto, perlustrando la spiaggia nella zona sud di Porto d’Ascoli, intorno alle 17 notavano che un ambulante abusivo, poi identificato e rivelatosi di nazionalità senegalese, alla vista degli agenti raccoglieva in fretta e furia la merce e si dileguava.

Gli uomini di Municipale e Capitaneria decidevano di seguire l’uomo fino a vederlo entrare in un immobile di Porto d’Ascoli e uscirne senza il suo sacco.

A questo punto il soggetto è stato fermato ed identificato e, d’intesa con la Procura della Repubblica di Ascoli Piceno, gli operatori sono entrati all’interno dell’edificio. In uno scantinato hanno rinvenuto una quantità notevole di merce destinata alla vendita.

Più precisamente, sono stati sottoposti a sequestro penale 358 prodotti oggetto di contraffazione (scarpe, borse, giubbini, maglie, pantaloni e altri oggetti); è stato inoltre rinvenuto un migliaio di prodotti non contraffatti destinati alla vendita che saranno inventariati nei prossimi giorni.

Ulteriori indagini sono in corso per appurare a che titolo veniva utilizzato il locale e per individuare altri soggetti coinvolti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *