Ceriscioli: “La Rete epidemiologica regionale si arricchisce di nuove competenze professionali”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

CeriscioliREGIONE – La Giunta regionale ha riconosciuto l’Osservatorio epidemiologico dell’Inrca come Centro epidemiologico specialistico della Rete epidemiologica delle Marche. Entra così ufficialmente nella Rete che comprende già i Centri specialistici per la veterinaria, l’epidemiologia occupazionale, l’Osservatorio di epidemiologia ambientale Arpam e il Centro operativo mesoteliomi. L’Osservatorio dell’Inrca promuove e svolge studi nei luoghi di lavoro per comprendere i processi dell’invecchiamento in relazione all’attività lavorativa. L’obiettivo è quello di migliorare le relazioni tra età, lavoro e salute, senza tralasciare gli aspetti legati all’organizzazione e alla sicurezza. “La Rete epidemiologica regionale si arricchisce di nuovi contributi e competenze professionali per allargare il campo delle indagini sul fronte della salute dei cittadini e della programmazione sanitaria – commenta il presidente della Regione, Luca Ceriscioli – La Rete si potenzia sul fronte delle conoscenze, mediche e statistiche, legate all’invecchiamento della popolazione. L’Osservatorio Inrca collaborerà con l’Osservatorio epidemiologico regionale dell’Ars (Agenzia Regionale Sanitaria), che ha il compito di orientare, su base scientifica, il governo della sanità”. L’Osservatorio epidemiologico regionale, in funzione da diversi anni presso l’Ars, è stato rafforzato da una specifica legge regionale del 2012 e ha il compito di coordinare le attività epidemiologiche svolte dagli enti del Servizio sanitario regionale. Tra le attività svolte, che si basano sulla analisi dei dati per avere informazioni utili per la tutela della salute della popolazione, figurano anche quelle del Registro tumori regionale. Tra i compiti conferiti, quello di  valutare le modalità di costituzione dei nuovi Centri specialistici. La direzione dell’Inrca ha chiesto il riconoscimento dell’Osservatorio quale Centro specialistico della Rete. Richiesta accolta in funzione delle attività svolte nell’ambito delle valutazioni epidemiologiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *